Trattografia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Legenda: I dati Diffusion tensor imaging (DTI) sono stati usati per varie valutazioni trattografiche del cervello del paziente. Quelle viste nella parte superiore (A), posteriore (B), e nelle visioni laterali (C e D). Gli insiemi di dati possono essere ruotati continuamente su diversi piani per meglio apprezzarne la struttura. Il colore è stato assegnato in base alla direzione dominante delle fibre.

La trattografia è una tecnica di modellazione bidimensionale usata in neuroscienze per rappresentare visualmente i tratti neurali, usando dati raccolti dall'imaging con tensore di diffusione (DTI), tecniche speciali di risonanza magnetica e analisi d'immagine informatiche.

I risultati sono presentati in immagini a due o tre dimensioni[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aaron Filler, The History, Development and Impact of Computed Imaging in Neurological Diagnosis and Neurosurgery: CT, MRI, and DTI in Internet Journal of Neurosurgery, vol. 7, nº 1, 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]