Trattato Cuba-Giamaica sulle acque territoriali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trattato Cuba-Giamaica sulle acque territoriali
Tipo trattato bilaterale
Firma 18 febbraio 1994
Luogo Kingston
Efficacia 18 luglio 1995
Parti Cuba Cuba
Giamaica Giamaica
Depositario Segretariato delle Nazioni Unite
Lingue inglese, spagnolo
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il Trattato Cuba-Giamaica sulle acque territoriali è un trattato internazionale del 1994 siglato da Cuba e Giamaica, che definisce le acque territoriali tra i due Stati.

Il trattato è stato firmato a Kingston, la capitale della Giamaica, il 18 febbraio del 1994.

Il testo stabilisce i confini sopra le acque della depressione delle Isole Cayman, particolarmente lunghi (175 miglia nautiche) e complessi; infatti il confine è stato individuato sulla base di ben 105 segmenti marittimi, individuati grazie a 106 posizioni in mare. Questo perché si è voluto definire il confine osservando meticolosamente il principio delle linea equidistante tra i due territori.

Il confine occidentale più remoto è in realtà una triplice frontiera, ancora da confermare, con le Isole Cayman.

Il trattato è entrato in vigore il 18 luglio del 1995, dopo esser stato ratificato da entrambi gli stati.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]