Tensta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tensta e il suo acquedotto visti da Järvafältet.
Case a schiera a Tensta.
Il centro commerciale Tensta Centrum.
L'ingresso della metro.
Tensta Konsthall, centro di arte contemporanea.

Tensta è un sobborgo e una zona del distretto di Spånga-Tensta, nella municipalità di Stoccolma, in Svezia.[1] Sono qui presenti circa 6000 appartamenti[2] mentre la popolazione è pari a 17.083 abitanti (al 31 dicembre 2007).[3]

La moderna Tensta, con i suoi edifici spesso costruiti con elementi prefabbricati, fu costruita negli anni sessanta. Così come le vicine Rinkeby e Hjulsta, l'area fu parte del Miljonprogrammet (un programma del partito democratico che desiderava dare una casa a ogni persona a prezzi economici) e divenne conosciuta in tutta la nazione in quegli anni. Questo anche poiché molte persone si trasferirono lì quando era ancora in costruzione e ci vollero anni prima che la metropolitana aprì, diventando operativa solo nel 1975.

Nel centro città c'è un piccolo mercato ortofrutticolo. La galleria d'arte Tensta Konsthall è situata vicino al centro[4] ed è conosciuta sia in Svezia sia all'estero.

Tensta ha un'elevata concentrazione di immigrati, alto tasso di disoccupazione e di persone che vivono grazie all'assistenza sociale.[2] Nel 1999 le persone che beneficiavano dell'assistenza sociale erano il 40.2% della popolazione, mentre il tasso di occupazione era pari al 44%.[2] Nel 2000 si registrò un tasso di disoccupazione aperta che ammontava al 3,7%: gli immigrati rappresentavano il 66% della popolazione e i bambini di origine straniera nelle scuole locali erano il 95% (in alcuni casi si raggiungeva il 100%).[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Administrative divisions of the City districts, Stockholms stads utrednings- och statistikkontor AB, 14 aprile 2008.
  2. ^ a b c d Swedish welfare policy with Tensta as a case study
  3. ^ Områdesfakta Tensta, Stockholms stads utrednings- och statistikkontor AB.
  4. ^ http://www.tenstakonsthall.se Tensta Konsthall

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]