Suleiman Aga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Suleiman Aga, noto anche come Soleiman Agha o Müteferrika Süleyman Ağa, (... – ...), è stato un ambasciatore ottomano che portò un'ambasceria al re francese Luigi XIV nel 1669.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suleiman visitò Versailles, indossando soltanto un semplice cappotto di lana e e rifiutò di inchinarsi a Luigi XIV.[1] Luigi XIV lo cacciò immediatamente e lo fece mandare a Parigi, allontanandolo da Versailles.[2]

A Parigi, Suleiman si installò in una bella dimora nella quale riceveva la bella società parigina offrendo caffè con camerieri vestiti in stile ottomano, innescando reazioni entusiaste. Ne scaturì la moda di bere il caffè e di abbigliarsi alla maniera orientale.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bernstein, p.247
  2. ^ a b Bernstein, p.247
  3. ^ New York Times Starbucked, 16 December 2007

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • William J. Bernstein, A splendid exchange: how trade shaped the world Atlantic Monthly Press, 2008 ISBN 0-87113-979-0

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]