Strage di Damur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Strage di Damour)

La strage di Dāmūr (20 gennaio 1976), nel contesto della guerra civile libanese, è un massacro di civili cristiano-maroniti, operato dai palestinesi del campo profughi libanese di Tell al-Za'tar a danno della popolazione del villaggio di Damur, in prevalenza cristiana, situato a 25 km a sud di Beirut.

La causa principale era quella di ritorsione a seguito del massacro perpetrato dalle Falangi Libanesi cristiano-maronite al campo profughi di Qarantina (Beirut) che causò la morte di oltre 1.000 persone[1], in prevalenza civili.

L'operazione militare palestinese comportò un numero di morti stimato tra le 300 e le 600 vittime.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lebanese Civil War 1975 - 1976 Damour - Beirut - Lebanon

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Libano Portale Libano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Libano