Spettro dell'atomo di idrogeno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo spettro dell'atomo di idrogeno è l'insieme delle lunghezze d'onda presenti nella luce che l'atomo di idrogeno è capace di emettere.

Questo spettro luminoso è composto da lunghezze d'onda discrete i cui valori sono dati dalla formula di Rydberg:

\frac{1}{\lambda} = R_{\mathrm{H}} \left(\frac{1}{n_1^2}-\frac{1}{n_2^2}\right)

dove

Interpretazione[modifica | modifica sorgente]

L'idrogeno è il primo atomo della Tavola periodica ed è formato da un protone e da un elettrone. L'energia dell'elettrone, in un sistema di riferimento con origine nel centro di massa non può assumere che determinati valori discreti chiamati livelli di energia (vedi Modello di Bohr). Quando l'elettrone passa da un livello di energia alto ad uno più basso, emette un fotone la cui energia è pari alla differenza fra quei due livelli. Così, la luce non può assumere che valori discreti e determinati, ciò che chiamiamo il suo spettro.

Verifiche sperimentali[modifica | modifica sorgente]

  • Spettro solare
  • Lampada ad idrogeno
  • Spettro dell'acqua nell'acqua pesante
Serie principali dei raggi spettrali dell'atomo di idrogeno

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]


fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica