Société des avions Caudron

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Société des avions Caudron
Stato Francia Francia
Fondazione 1909
Fondata da Gaston e René Caudron
Chiusura 1933
Caudron G3
La pilota francese Hélène Boucher davanti al suo Caudron Rafale

La Société des avions Caudron (in italiano: Società degli aerei Caudron) fu un construttore francese di aerei, attivo dal 1909 al 1933.

Creata dai fratelli Caudron nel 1909, si rese in breve tempo famosa per lo sviluppo di aerei ad alte prestazioni fin dall'inizio della Prima Guerra mondiale.

Il Caudron G.2 del 1914 e il G.3, progettati da Gaston Caudron, furono introdotti nelle squadriglie francesi di ricognizione alla fine del 1914.

Questi aerei diedero origine al bimotore G.4 sesquiplano poi al G.6 avente la fusoliera completamente carenata. Il bimotore a tre posti R11 fu armato di mitragliatrice e divenne operativo nel 1915.

Dopo la guerra, Caudron, come gli altri costruttori dell'epoca, si convertì all'aviazione civile. L'aviatrice Adrienne Bolland fu ingaggiata come pilota collaudatrice nel 1920. Fra le sue imprese a bordo di aerei Caudron si possono ricordare la traversata della Ande su di un G.III nell'aprile 1921.

Nel 1930, La società fa costruire l'Aerodromo di Guyancourt nella regione delle Yvelines (Seine-et-Oise all'epoca).

Vari modelli civili da trasporto e da primati si succederanno fino al 1933.

Il 1º luglio 1933, la società Caudron fu acquistata da Louis Renault. Venne costituita allora la société anonyme des avions Caudron per sviluppare degli aerei leggeri come il famoso Caudron Simoun.

Marcel Riffart, direttore della Caudron, è alle dipendenze dirette di François Lehideux, amministratore della Renault all'epoca.


Lista degli aerei Caudron[modifica | modifica sorgente]

(lista parziale)

Note[modifica | modifica sorgente]


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Gunston, Bill (1993). World Encyclopedia of Aircraft Manufacturers. Annapolis: Naval Institute Press. ISBN 1-55750-939-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]