Situla Benvenuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Situla Benvenuti

La cosiddetta situla Benvenuti è un'opera di metallurgia della civiltà atestina, fiorita a Este nel VII secolo a.C., conservata nel locale Museo nazionale atestino.

Si tratta di una situla, o contenitore a secchiello, alta 31,5 cm e con diametro massimo di 25,4 cm. Il recipiente è decorato nella parte principale da tre fasce con motivi a sbalzo, intervallate da file di borchiette e punzonature. Nei tre registri si trova un repertorio decorativo vario, composto da animali, reali o fantastici, che rivelano influssi orientali. La prima fascia è decorata con scene rituali, la seconda con scene forse a carattere mitologico. La terza fascia, più vicina al piede, mostra scene narrative con vari personaggi, relative a varie attività della vita quotidiana, dal commercio, alla lotta, alla vita rurale e alla guerra, che forniscono preziosissime indicazioni sui costumi di questa popolazione.

La situla rappresenta un'importante testimonianza dei contatti dei popoli della pianura padano-veneta con le più avanzate civiltà del Mediterraneo orientale dell'epoca protostorica, tramite un sistema di complesse mediazioni che passavano dagli Etruschi e dalle colonie greche dell'Adriatico e della penisola balcanica.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]