Sesso incatenato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sesso incatenato
Titolo originale Geschlecht in Fesseln
Paese di produzione Germania
Anno 1928
Durata 107 min
Colore B/N
Audio muto
Genere drammatico
Regia William Dieterle
Soggetto Herbert Juttke, Georg C. Claren
Produttore Leo Meyer per Essem Film
Fotografia Walter K. Lach
Musiche Pasquale Perris
Interpreti e personaggi

Sesso incatenato (titolo in tedesco Geschlecht in Fesseln, titolo in inglese Sex In Chain) è un film muto del 1928 diretto da William Dieterle.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Girato nella Repubblica di Weimar, prima dell'ascesa del Nazismo, la pellicola affronta temi davvero scabrosi per l'epoca come il tradimento e l'omosessualità nelle carceri. Il suo titolo alternativo in lingua tedesca infatti, Geschlecht in Fesseln: Die Sexualnot der Gefangenen (Sesso in catene: ovvero il desiderio dei prigionieri nelle carceri) ne indica in maniera più incisiva questa seconda tematica sociologica, che viene ulteriormente rimarcata dalla comparsa nei titoli iniziali della pellicola che avverte di essersi ispirata alle opere di Franz Hallering e di Karl Plättner, in particolare di quest'ultimo sul libro Eros in prigione.

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema