Sepiida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sepiida
Drawing of Sepia officinalis.png
Illustrazione di Sepia officinalis con tentacoli in espansione
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Mollusca
Subphylum Conchifera
Classe Cephalopoda
Sottoclasse Coleoidea
Superordine Decapodiformes
Ordine Sepiida Zittel, 1895

I Sepiida Zittel, 1895 sono un ordine di molluschi cefalopodi decapodi.

Gli appartenenti a quest'ordine sono caratterizzati dalla presenza di dieci appendici cefaliche (otto braccia e due tentacoli) munite di ventose con anelli cheratinici e di una conchiglia interna ma piuttosto sviluppata, il cosiddetto osso di seppia, che ha organizzazione simile ma struttura peculiare nelle varie famiglie.

Sebbene abbia fatto la sua comparsa abbastanza recentemente, l'ordine ha avuto un certo successo, contando attualmente 120 specie viventi (7, suddivise in due generi, ascritte alla famiglia Sepiadariidae, mentre le rimanenti ascritte in tre generi alla famiglia Sepiidae[1]), più altre estinte:

A più riprese, sia la spirula che le seppie pigmee dell'ordine Sepiolida sono state considerate appartenenti a quest'ordine[2][3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kir Nazimovich Nesis: Cephalopods of the World - squids, cuttlefishes, octopuses, and allies. 351 S., Neptune City, NJ : TFH Publ. ISBN 0-86622-051-8
  2. ^ Patrizia Jereb und Clyde F. E. Roper: Cephalopods of the World - An Annotated and Illustrated Catalogue of Cephalopod Species Known to Date. Volume 1 Chambered Nautiluses and Sepioids (Nautilidae, Sepiidae, Sepiolidae, Sepiadariidae, Idiosepiidae and Spirulidae). FAO Species Catalogue for Fishery Purposes, No. 4, 1: 1-262, Rom 2005 ISBN 92-5-105383-9
  3. ^ Mark Norman: Cephalopods A World Guide. 319 S., ConchBooks, Hackenheim 2000 ISBN 3-925919-32-5

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]