Resistenza negativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Solitamente il valore di resistenza elettrica (R) di un conduttore esprime esclusivamente valori positivi: 0<R<infinito. Se si considera il caso di conduttori che in prossimità dello zero assoluto (un stato fisico, quest'ultimo, non raggiungibile), tendono ad annullare la loro resistenza ohmica, si entra nella casistica dei superconduttori e pertanto, nei confronti dei materiali conduttori con maggiore o minore resistività alla temperatura ambiente (20 °C)[non chiaro].

La resistenza negativa è impossibile da ottenere, anche se, tuttavia, con artifici di tipo elettronico è possibile ottenere una forma di resistenza negativa, o meglio, resistenza differenziale negativa, in cui l’intensità della corrente risulta, sotto determinate condizioni, inversamente proporzionale rispetto alla tensione applicata. Vale a dire che, nel tratto a pendenza negativa della funzione tensione-corrente, a una diminuzione della tensione applicata si ha un aumento nella corrente circolante (e viceversa).

Un componente interessante sotto questo aspetto è il diodo tunnel. Tale diodo, dato il processo di fabbricazione ad altissimo drogaggio, presenta, nel suo verso di conduzione diretta, un piccolo tratto della sua curva caratteristica tensione-corrente a pendenza negativa e pertanto, in tale piccolo tratto, la prima legge di Ohm risulta sovvertita.

Tale fenomeno è sfruttabile per progettare un oscillatore con circuito risonante LC o anche un oscillatore a rilassamento (multivibratore).