Reazione a catena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Reazione a catena (disambigua).

In fisica e in chimica, con il termine reazione a catena o effetto valanga, si indicano quei fenomeni in cui una reazione o un evento produce tra i suoi prodotti alcuni prodotti uguali a quelli che hanno dato origine alla reazione e sono in grado di iniziarne una nuova. Nel caso delle reazioni chimiche, ciò comporta che durante la reazione chimica gli intermedi di reazione vengano ricreati dalla reazione stessa.[1]

Perché si abbia una reazione a catena è necessario che il numero delle nuove reazioni create dai prodotti di ogni singola reazione sia maggiore di uno.

Esempi di utilizzo sono la moltiplicazione dei fotoni all'interno dei fotomoltiplicatori negli scintillatori e le reazioni nucleari a catena controllate in un reattore nucleare. Tra gli innumerevoli dispositivi a stato solido esiste un tipo di diodo definito proprio "a valanga" (avalanche diode).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IUPAC Gold Book, "chain reaction"

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]