Polo geografico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Si dice polo geografico ognuno dei due punti sulla superficie di un corpo celeste o di un pianeta posti sull'asse di rotazione.

Sebbene solitamente (ad esempio nel caso della Terra) i poli geografici siano almeno approssimativamente individuabili come i due punti più lontani dal piano orbitale, questa non è una regola generale: un famoso esempio è Urano, il cui asse di rotazione forma con il piano orbitale un angolo di soli 8 gradi.

Per quel che riguarda la Terra, quelli che vengono solitamente denominati Polo Nord e Polo Sud, sono appunto i poli geografici, che sono accettati da tutti come riferimento assoluto in cartografia.

I poli geografici non devono essere confusi con i poli magnetici, che possono anche esistere su un pianeta, e che in generale non coincidono con quelli geografici. Sulla Terra, ciò fa sì che nell'orientarsi con una bussola magnetica si debba tenere conto della declinazione magnetica.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]