Plintite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una plintite in un Paleudalf, Texas.
Plintite (parte inferiore, screziata di bianco) e petroplintite (parte rossastra sopra la prima) in un suolo tropicale nel Kerala, India.

Una plintite (dal greco plinthos, mattone) è un aggregato di argilla, quarzo e altri minerali, ricco di ferro e povero di humus; solitamente assume l'aspetto di un reticolato poligonale, con colorazioni rossastre derivanti da deposizione di minerali di ferro (ossidi e idrossidi).

L'ambiente più favorevole alla formazione di una plintite è quello che provoca, nel suolo, alternanze di condizioni di umidità e di aridità; il ferro si deposita durante i periodi di suolo secco; in condizioni di suolo umido, la plintite resta comunque morbida e non costituisce ostacolo alle lavorazioni meccaniche come l'aratura, mentre in un suolo secco diventa molto dura.

Se sottoposta a numerosi cicli umido/secco, la plintite si indurisce irreversibilmente, diventando una petroplintite (ironstone nella letteratura pedologica inglese), molto diffusa nei suoli di ambiente tropicale.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • P. Casati, F. Pace. Scienze della Terra, volume 2 - L'atmosfera, l'acqua, i climi, i suoli. CittàStudi edizioni, Milano, 1996.
  • A. Giordano. Pedologia. Edizioni UTET, Torino, 1999. ISBN 8802053936.
  • D. Magaldi, G.A. Ferrari. Conoscere il suolo - Introduzione alla pedologia. ETAS libri edizioni, Milano, 1984.
  • M. Cremaschi, G. Rodolfi. Il suolo - Pedologia nelle scienze della Terra e nella valutazione del territorio. La Nuova Italia Scientifica, Roma, 1991.
  • G. Gisotti. Principi di geopedologia. Edizioni Calderini, Bologna, 1988. ISBN 8870193470.
  • USDA - NRCS. Soil Taxonomy, 2nd Edition. Agricultural Handbook n. 436, 1999.
Pedologia Portale Pedologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pedologia