Pentacrinites

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pentacrinites
Pentacrinites NT.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Echinodermata
Subphylum Crinozoa
Classe Crinoidea
Sottoclasse Articulata
Ordine Isocrinida
Sottordine Pentacrinitina
Gray, 1842
Famiglia Pentacrinitidae
Gray, 1842
Genere Pentacrinites
Blumenbach, 1804 †
Sinonimi

Pentacrinus
Miller, 1821

Pentacrinites è un genere estinto di echinodermi appartenenti ai crinoidi[1]. I suoi resti si rinvengono in grandi quantità in strati che vanno dal Giurassico inferiore al Giurassico superiore (tra 200 e 150 milioni di anni fa). I principali fossili sono stati ritrovati in Europa centrale, ma sono stati rinvenuti esemplari anche in Nordamerica, Asia e Nuova Zelanda.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel complesso, gli animali appartenenti a questo genere assomigliavano vagamente a una scopa assai fitta; Pentacrinites era un crinoide dalle braccia molto allungate e ramificate, dotate di frange costituite da una serie di lunghe appendici (brachioli). Le braccia si originavano da un calice di piccole dimensioni, composto da due serie di piastre, che era posto su un lungo stelo costituito da piccoli elementi pentagonali a forma di stella. Le dimensioni di questo animale potevano essere davvero notevoli: in alcuni casi gli steli raggiungevano i venti metri di altezza. Il diametro medio dello stelo, invece, era di poco più di un centimetro.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Gli isocrinidi attuali vivono sui fondali marini, dove formano vere e proprie “praterie”. Probabilmente anche Pentacrinites e i suoi stretti parenti (come Seirocrinus), appartenenti al medesimo gruppo di crinoidi, vivevano allo stesso modo delle specie odierne. Alcuni fossili, però, dimostrano che questi animali spesso si attaccavano sulla superficie inferiore di tronchi galleggianti e si lasciavano trasportare dalle correnti, nutrendosi delle particelle di cibo planctoniche.

Fossile di Pentacrinites

Fossili[modifica | modifica wikitesto]

La massima espansione dei pentacriniti si ebbe nel Giurassico inferiore; molti fossili di questi animali si rinvengono nel famoso giacimento di Holzmaden, in Germania, dove sono stati ritrovati numerosi esemplari ancora attaccati ai tronchi fossilizzati. Ulteriore materiale detritico disperso è comune intorno a questi tronchi e ha formato veri e propri livelli calcarei. In altri giacimenti europei, invece, sono molto più comuni i componenti isolati dello stelo, in forma di piccole stelle disgiunte. Questi elementi, dispersi nel sedimento, diventavano spesso componenti fondamentali della roccia. Le specie più note sono Pentacrinites dichotomus e Pentacrinites fossilis.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pentacrinites in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species). URL consultato il 13 novembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]