Paludi di Al-Hawizeh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 31°32′32″N 47°42′24″E / 31.542222°N 47.706667°E31.542222; 47.706667

Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Area protetta}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Mappa del 1994 delle Paludi mesopotamiche e delle bonifiche

Le paludi di Al-Hawizeh (Hawizeh Marshes (Haur Al-Hawizeh)) sono paludi che si trovano nel sud dell'Iraq, al confine con l'Iran, e sono delimitate dal fiume Tigri e dal fiume Karkheh. Queste paludi sono rifugio di varie specie animali e sono particolarmente importanti per la conservazione delle specie vegetali e animali con cui recuperare e ripopolare le altre paludi mesopotamiche, per questo nel 2008 sono state classificate come zona umida di importanza internazionale secondo la Convenzione di Ramsar[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le paludi di Al-Hawizeh accompagnano la storia di varie culture, a partire dai Sumeri. In queste paludi si sono rifugiate le popolazioni e gli animali durante la Guerra Iran-Iraq degli anni ottanta. Esse erano tradizionalmente popolate dall'etnia dei Madan, oppositori politici di Saddam Hussein, che, proprio per questo motivo, nel 1992 iniziò a drenare le acque delle paludi. Dopo la deposizione di Hussein, i Madan hanno ricominciato a recuperare quest'area paludosa[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hawizeh Marshes (Haur Al Hawizeh) Wetlands Of International Importance (Ramsar), www.protectedplanet.net. URL consultato il 9 agosto 2011.
  2. ^ Management Plan for the Hawizeh Marsh Ramsar Site of Iraq, Second Draft Volume 1: Background, Vision, Principles and Annexes, A Report Prepared for the Iraq National Marshes and Wetlands Committee, December 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]