Drenaggio (idraulica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il drenaggio nell'ingegneria civile e geotecnica ha lo scopo di eliminare le acque d'infiltrazione presenti nei terreni.
Ciò per evitare danni alle strutture edilizie o le sovrapressioni idrostatiche nelle opere civili. Nel campo geotecnico il drenaggio effettuato con trincee drenanti consente di abbassare la quota piezometrica per consolidare i pendii tendenzialmente soggetti a frane superficiali.

Quando gli elementi drenati sono a contatto con l’atmosfera il sistema di drenaggio è detto a gravità e la pressione agente sui contorni drenanti è pari a quella atmosferica.

Esistono diversi tipi di drenaggi a gravità:

  • i dreni tubolari costituiti da tubi microfessurati, in genere in materiale plastico, spesso avvolti in una calza di tessuto non tessuto (TNT) per evitare l'intasamento dei fori;
  • le trincee drenanti costituite da scavi in trincea riempiti da materiali ad alta permeabilità (in genere pietrame grossolano) anche questi avvolti da TNT per evitare l'intasamento del corpo drenante;
  • i pozzi drenanti;
  • le gallerie drenanti, vere e proprie gallerie in calcestruzzo armato dotate di fessure utilizzate frequentemenmte nelle opere di captazione di sorgenti.

Per la semplicità delle tecniche esecutive e i costi contenuti, le trincee drenanti e i dreni tubolari sono quelli più frequentemente utilizzati.

Quando i contorni drenanti sono mantenuti ad una pressione minore di quella atmosferica, a mezzo di pompe a vuoto, il sistema drenante è detto sottovuoto (es. sistemi Wellpoint)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ingegneria