Onorio di Canterbury

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando sant'Onorio vescovo di Brescia del VI secolo, vedi Onorio di Brescia.
Sant'Onorio di Canterbury

Vescovo

Morte 30 aprile 653
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 30 settembre

Onorio di Canterbury (Roma, ... – Canterbury, 30 aprile 653) fu arcivescovo di Canterbury dal 627 al 653 ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica e da quella anglicana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu forse tra i monaci inviati (597) da papa Gregorio I Magno al seguito di Sant'Agostino di Canterbury per evangelizzare l'Inghilterra, ma è più probabile che abbia raggiunto l'isola più tardi (601). Fu consacrato arcivescovo nel 627 da San Paolino di York e presto anche il papa lo riconobbe come tale poiché, su richiesta dello stesso Onorio, nominò Paolino arcivescovo di York, dandogli così il potere di nominare altri arcivescovi.

Onorio continuò l'evangelizzazione della Britannia mandando San Felice di Burgundia a Dunvich e in seguito nell'Anglia Orientale, dove lo consacrò vescovo. Felice, essendo un Burgundo, fu il primo vescovo non latino della Gran Bretagna.

Morto nel 653, l'arcivescovo fu sepolto nella chiesa di Sant'Agostino a Canterbury e fu più tardi proclamato santo.

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo di Canterbury Successore Archbishcantarms.png
Giusto 627 - aprile 653 Adeodato

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74242743