Neo-tifinagh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Col nome di neo-tifinagh ci si riferisce ad una revisione moderna della tradizionale scrittura tifinagh dei Tuareg, ideata per trascrivere anche altri dialetti berberi. ⵜⴰⵎⴰⵣⵉⵖⵜ

La scrittura tradizionale dei Tuareg, infatti, presenta diversi svantaggi per la grafia del berbero.

  • Innanzitutto, è rigorosamente consonantica, non trascrive, cioè, le vocali, il che è un principio che potrebbe adattarsi a lingue come l'arabo o l'ebraico, in cui l'ossatura consonantica delle parole rivela il valore semantico della radice (e quindi l'indicazione delle vocali è spesso superflua), mentre è molto poco pratico per il berbero, in cui molte radici diverse hanno lo stesso consonantismo (e l'indicazione delle vocali diventa quindi indispensabile).
  • Inoltre, essendo adatta alla trascrizione del tuareg, non contempla numerosi suoni tipici dei parlari berberi del Nord, in particolare quei suoni che sono stati introdotti insieme a numerosi prestiti arabi (il tuareg è molto meno invaso da questi prestiti).
  • Senza contare che la scrittura tifinagh tradizionale è priva di molti elementi indispensabili in una scrittura moderna: un senso di scrittura prestabilito; modi di segnalare la separazione tra le parole; segni di interpunzione, ecc.

Per questi motivi, quando, intorno al 1968 venne fondata a Parigi un'Académie Berbère volta ad elaborare tutti gli strumenti per una rinascita della cultura berbera, uno dei primi impegni che essa si assunse fu quello di elaborare un sistema nuovo, basato sulle tifinagh ma adatto a scrivere altri dialetti (in particolare il cabilo).

Dopo le Neo-tifinagh dell'Académie Berbère, molte altre proposte vennero avanzate, da associazioni e da singoli studiosi, con il risultato, controproducente, di impedire una vera standardizzazione di questi alfabeti.

Con la costituzione, in Marocco, di un Istituto Reale della Cultura Amazigh (IRCAM) e con la scelta, da parte di quest'ultima, dell'alfabeto tifinagh come strumento per l'introduzione del berbero nelle scuole, si è originata un'ultima versione di Neo-tifinagh. Questa versione, in quanto elaborazione di un ente statale, ha di fatto "spazzato via" tutti i sistemi concorrenti, ed è diventato quell'alfabeto unificato che finora non si era mai realizzata.

Su queste basi, gli enti preposti allo sviluppo di Unicode hanno preso le tifinagh dell'IRCAM come riferimento per l'attribuzione di codici Unicode alle lettere di questo alfabeto.

Tabella dei codici Unicode[modifica | modifica wikitesto]

L'alfabeto tifinagh è definito con i codici Unicode che vanno da U+2D30 a U+2D7F, a partire dalla versione 4.1.0. In esso vi sono 55 caratteri definiti, ma sono in uso più caratteri di quelli definiti. Nell'ISO 15924, il codice Tfng è stato assegnato alle Tifinagh.

Mappa Unicode che rappresenta i glifi (in direzione da sinistra a destra)
Codice +0 +1 +2 +3 +4 +5 +6 +7 +8 +9 +A +B +C +D +E +F
U+2D30 2D30.png 2D31.png 2D32.png 2D33.png 2D34.png 2D35.png 2D36.png 2D37.png 2D38.png 2D39.png 2D3A.png 2D3B.png 2D3C.png 2D3D.png 2D3E.png 2D3F.png
U+2D40 2D40.png 2D41.png 2D42.png 2D43.png 2D44.png Yakh.svg 2D46.png 2D47.png 2D48.png 2D49.png 2D4A.png 2D4B.png 2D4C.png 2D4D.png 2D4E.png 2D4F.png
U+2D50 2D50.png 2D51.png 2D52.png 2D53.png 2D54.png 2D55.png 2D56.png 2D57.png 2D58.png 2D59.png 2D5A.png 2D5B.png 2D5C.png 2D5D.png 2D5E.png 2D5F.png
U+2D60 2D60.png 2D61.png 2D62.png 2D63.png 2D64.png 2D65.png                   2D6F.png
U+2D70                                

Ecco una tabella comparativa tra i glifi dei caratteri e le rispettive traslitterazioni.

Spiegazione dei colori
Colore Significato
  Tifinagh Base (IRCAM)
  Tifinagh Esteso (IRCAM)
  Altre lettere Tifinagh
  Lettere Tuareg moderne
  Questa posizione non deve essere usata
Lettere semplici (e modificate)
Codice Glifo Unicode Traslitterazione Nome
latina araba
U+2D30 2D30.png a ا ya
U+2D31 2D31.png b ب yab
U+2D32 2D32.png bh ٻ yabh
U+2D33 2D33.png g گ yag
U+2D34 2D34.png gh ڲ yagh
U+2D35 2D35.png dj ج yaj (Académie Berbère)
U+2D36 2D36.png dj ج yaj
U+2D37 2D37.png d د yad
U+2D38 2D38.png ض yadh
U+2D39 2D39.png ض yadd
U+2D3A 2D3A.png ض yaddh
U+2D3B 2D3B.png e ه yey
U+2D3C 2D3C.png f ف yaf
U+2D3D 2D3D.png k ک yak
U+2D3E 2D3E.png k ک yak (Tuareg)
U+2D3F 2D3F.png ⴿ kh خ yakhh
U+2D40 2D40.png h
b
ھ
ب
yah
= yab (Tuareg)
U+2D41 2D41.png h ھ yah (Académie Berbère)
U+2D42 2D42.png h ھ yah (Tuareg)
U+2D43 2D43.png ح yahh
U+2D44 2D44.png æ (ɛ) ع yaa
U+2D45 Yakh.svg kh خ yakh
U+2D46 2D46.png kh خ yakh (Tuareg)
U+2D47 2D47.png q ق yaq
U+2D48 2D48.png q ق yaq (Tuareg)
U+2D49 2D49.png i ي yi
U+2D4A 2D4A.png j ج yazh
U+2D4B 2D4B.png j ج yazh (Ahaggar)
U+2D4C 2D4C.png j ج yazh (Tuareg)
Codice Glifo Unicode Traslitterazione Nome
latina araba
U+2D4D 2D4D.png l ل yal
U+2D4E 2D4E.png m م yam
U+2D4F 2D4F.png n ن yan
U+2D50 2D50.png ny ني yagn (Tuareg)
U+2D51 2D51.png ng ڭ yang (Tuareg)
U+2D52 2D52.png p پ yap
U+2D53 2D53.png u
w
و
ۉ
yu
=yaw (Tuareg)
U+2D54 2D54.png r ر yar
U+2D55 2D55.png ڕ yarr
U+2D56 2D56.png gh (ɣ) غ yagh
U+2D57 2D57.png gh (ɣ) غ yagh (Tuareg)
U+2D58 2D58.png gh (ɣ)
dj
غ
ج
yagh (Aïr)
=yaj (Adrar)
U+2D59 2D59.png s س yas
U+2D5A 2D5A.png ص yass
U+2D5B 2D5B.png sh (ʃ) ش yash
U+2D5C 2D5C.png t ت yat
U+2D5D 2D5D.png ط yath
U+2D5E 2D5E.png ch (tʃ) تش yach
U+2D5F 2D5F.png ط yatt
U+2D60 2D60.png v ۋ yav
U+2D61 2D61.png w ۉ yaw
U+2D62 2D62.png y ي yay
U+2D63 2D63.png z ز yaz
U+2D64 2D64.png z ز yaz (Tawellemet)
= yaz ad arpione
U+2D65 2D65.png دز yazz
U+2D6F 2D6F.png +w ۥ+ Segno di labio-velare
= Tamatart
= <super> 2D61
Digrammi (sono possibili legature)
Codice Glifo Unicode Traslitterazione Nome
latina araba
U+2D5C U+2D59 2D5C.png2D59.png ⵜⵙ ts تس yats
U+2D37 U+2D63 2D37.png2D63.png ⴷⵣ dz دز yadz
Codice Glifo Unicode Traslitterazione Nome
latina araba
U+2D5C U+2D5B 2D5C.png2D5B.png ⵜⵛ ch (tʃ) تش yach
U+2D37 U+2D4A 2D37.png2D4A.png ⴷⵊ dj دج yadzh

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Nordafrica Portale Nordafrica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Nordafrica