Musone (Marche)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Musone
Musone
Il fiume presso Osimo
Stato Italia Italia
Regioni Marche Marche
Lunghezza 76 km
Portata media 6,4 m³/s
Bacino idrografico 642 km²
Altitudine sorgente 775 m s.l.m.
Nasce Monte Mazzolare
Sfocia Mare Adriatico tra Numana e Porto Recanati

Il Musone (Musò, in dialetto marchigiano) è un fiume a carattere torrentizio che scorre nelle Marche, in Italia.
Il suo nome latino era Misco; nel Medioevo e nel Rinascimento il tratto del fiume presso la confluenza dell'Aspio era il confine della Repubblica di Ancona.

Lungo l'alveo della pianura costiera sono stati eretti argini artificiali, mentre più a monte numerose sono le opere a difesa della sponda. Con la realizzazione nella porzione montana del bacino dell'invaso di Castreccioni, il cui sbarramento è sito al ponte della Petrella (Cingoli), l'idrografia originaria è stata altamente modificata.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il Musone nasce a circa 775 m s.l.m. di quota dalla confluenza di due valloni, uno con origine tra il Monte Lavacelli e il Monte Marzolare, l'altro tra i Prati di Gagliole e Campo della Bisaccia sulle pendici del Monte Confaito e altri rilievi orientati in direzione appenninica ( NNO-SSE) che appartengono alla dorsale marchigiana.
Il corso del Musone può essere distinto in tre tratti, procedendo da monte verso il mare:

  • dalla sorgente a Valcarecce, l'alveo è irregolare ed incide direttamente le rocce carbonatiche per ampi tratti fino circa a valle della diga di Castreccioni. in alcuni casi esso è scavato nei depositi alluvionali caratterizzati ovunque da spesori assai limitati;
  • da Valcarecce a S.Vittore di Cingoli è meandriforme, con meandri incassati nelle alluvioni e caratterizzati da evoluzione molto lenta;
  • da S.Vittore di Cingoli alla foce si alternano tratti irregolari a tratti rettilinei. Soltanto in un breve tratto a valle della località Passatempo (Osimo) l'alveo si presenta anastomizzato.
    Sfocia nel mare Adriatico tra i comuni di Porto Recanati (MC) e Numana (AN).

La foce del Musone è stata fatta confluire in quella dell'Aspio probabilmente nella metà del XVI secolo ( nella Carta della Marca di Ancona del 1564 la confluenza è già indicata) soprattutto per la presenza degli stagni e delle paludi che rendevano l'aria insalubre.

Affluenti[modifica | modifica wikitesto]

I principali affluenti in sinistra idrografica sono: il torrente Acqualta, il fosso Umbricara ed il fiume Aspio; mentre in destra idrografica risultano: il rio Troscione, il torrente Fiumicello ed il fosso di Rivo.

Inquinamento[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Musone è un corso d'acqua particolarmente inquinato. In varie località di misurazione l'indice SACA (stato ambientale dei corsi d'acqua) dava un valore sufficiente, che peggiorava sino al valore pessimo registrato presso la foce in Adriatico.[1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Provincia di Ancona caratteristiche corsi d'acqua
Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche