Morvido

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Morvido o Morindo fu, secondo la Historia Regum Britanniae di Goffredo di Monmouth, un re leggendario della Britannia dal 341 al 336 a.C.[senza fonte]. Era figlio illegittimo di re Danio, avuto dalla sua padrona Tanguesteaia.

Fu per lo più un sovrano temperato, liberale e cortese. Durante il suo regno, il re dei moriani invase e devastò il Northumberland. Morvido lo affrontò e lo sconfisse in battaglia. Dopo lo scontro si fece portare i prigionieri e li uccise personalmente uno a uno fino a quando, ormai stanco, fece spellare e ardere vivi quelli che non aveva ancora ucciso.

La tradizione dice che combatté e uccise un gigante con un albero sradicato e privato della corteccia e dei rami. Morì combattendo contro un mostro di nome Belua che, giunto dal mare d'Irlanda, divorava gli abitanti del suo regno. Morvido ebbe cinque figli: Gorboniano, Archigallo, Eliduro il Ligio al dovere, Ingenio e Pereduro, ognuno dei quali regnò in Britannia. Il primo a salire sul trono fu Gorboniano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1] su Morvido
  • [2] su Morvido

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re dei britanni Successore
Danio 299-290 a.C.[senza fonte] Gorboniano