Mobile payment

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con servizi di mobile payment (in italiano: pagamento su dispositivi portatili) si intendono tutte le iniziative che abilitano “pagamenti o trasferimenti di denaro tramite telefono cellulare”. L’elemento discriminante del mobile payment è l’uso del telefono cellulare come leva di innovazione nel processo di pagamento, indipendentemente dagli strumenti di pagamento utilizzati e dalle tecnologie di comunicazione adottate.

Funzioni[modifica | modifica sorgente]

Il mobile payment offre quindi la possibilità di:

  • addebitare la transazione su qualsiasi strumento di pagamento (dal contante ai borsellini virtuali ma non credito telefonico se non IP o IMEL);
  • utilizzare sia una rete di comunicazione wireless (Rete Cellulare – GSM, UMTS o altro – o Bluetooth, RFId), sia il cellulare come strumento fisico per attivare il pagamento (ad esempio tramite delle immagini codificate sullo schermo in grado di identificare univocamente l’utente).

Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

I casi d’uso sono molteplici:

  • Pagamento tramite POS mobili: lettura degli estremi di pagamento da un QR-Code mostrato sul display dello smartphone dell’esercente. Grazie all’abbattimento dei costi legati al dispositivo POS, la soluzione è di particolare attrattiva per piccoli esercenti, professionisti, edicole, taxi, etc.
  • Acquisto per corrispondenza tramite cattura di codici di pagamento QRcode:
- volantini cartacei
- cartelloni pubblicitari
- pagine web promozionali
- POS virtuali per e-commerce
- pubblicità mirata tramite email
- riviste
- trasmissioni televisive
  • Acquisto di beni e servizi geolocalizzati:
- ticket per mezzi pubblici locali
- ticket per musei, eventi, fiere, parchi a tema
- pagamento sosta autoveicoli in zona blu
  • Fruizione di servizi automatizzati (es. sblocco di colonnine per bike sharing, prenotazione e pagamento di parcheggi con varco automatizzato).

Paradigmi[modifica | modifica sorgente]

Il mobile payment è in realtà un modello composito che racchiude in sé molteplici paradigmi:

  • Mobile remote payment;
  • Mobile commerce;
  • Mobile money transfer;
  • Mobile proximity payment.

Mobile remote payment (pagamento con dispositivi portatili da remoto)[modifica | modifica sorgente]

Il mobile remote payment include quei servizi che consentono, in remoto, di attivare il pagamento di un bene o di un servizio attraverso il telefono cellulare. Questi servizi utilizzano una rete wireless (sia essa rete Gsm, Umts o altro) e sono fruiti tramite varie piattaforme di interazione: l’invio di un Sms, la navigazione - su siti Mobile ottimizzati per il cellulare (ad esempio .mobi/.mobile.com) o mediante Applicazioni installate su telefono cellulare (java o altre piattaforme) oppure sulla Sim (Sim Toolkit Application) -, la Chiamata a Ivr (risponditore automatico che guida l’utente nell’attivazione del servizio) e l’invio di Ussd (Unstructured Supplementary Service Data).

Mobile Commerce (commercio su dispositivi portatili)[modifica | modifica sorgente]

Si definiscono mobile commerce quelle iniziative che consentono di effettuare attraverso il telefono cellulare (tramite navigazione su Mobile site o Applicazione) la selezione e l’acquisto di un prodotto o di un servizio (selezione, acquisto, confronto di prezzi e prodotti, configurazione del prodotto ecc.) con un modello simile a quello dell’eCommerce da Pc. Questi servizi si appoggiano alla rete cellulare (Gsm, Gprs, Umts, Hsdpa, ecc.) e solitamente sono fruiti tramite Mobile site o Applicazioni (sia installabili sul cellulare sia su Sim).

Mobile Money Transfer (trasferimento di denaro di dispositivi portatili)[modifica | modifica sorgente]

Il mobile money transfer include quei servizi abilitanti il trasferimento di denaro da persona a persona (person to person) spesso legati a trasferimenti tra familiari (ad esempio genitori e figli) o rimesse di denaro da parte di immigrati ai propri congiunti nei paesi d’origine (in questo caso si parla di mobile remittance). Questi servizi possono utilizzare sia la rete cellulare per trasferimenti a distanza (ad esempio tramite Sms o applicazioni) sia tecnologie di prossimità a corto raggio (ad esempio il Bluetooth).

Mobile proximity payment (pagamento in prossimità su dispositivi portatili)[modifica | modifica sorgente]

Il mobile proximity payment comprende i pagamenti elettronici “di prossimità”, ovvero pagamenti per cui sia necessaria una vicinanza fisica tra l’acquirente ed il venditore del prodotto/servizio acquistato. Nel mobile proximity payment il cellulare emula un pagamento tramite carta. In questo caso non ci si appoggia necessariamente alla rete cellulare (che può però aumentare l’interattività del pagamento stesso), ma si fa uso di tecnologie wireless di comunicazione. Le tecnologie che permettono ad un dispositivo mobile di trasmettere i dati necessari al pagamento si riferiscono fondamentalmente alla tecnologia in Radio frequenza in banda 13,56 MHz (nello specifico si parla di tecnologie NFC – Near Field Comunication). Potenzialmente si potrebbero usare altre tecnologie, ma l’NFC sembra essersi affermato per le sue caratteristiche che ne garantiscono la sicurezza. Sono considerati mobile proximity payment anche quei pagamenti che vengono attivati da codici bidimensionali ad esempio QR-code e Data Matrix. Nonostante il forte pressing effettuato da operatori telefonici e produttori di handset, i top player (Google, Apple e Microsoft) sembrano aver considerato la tecnologia NFC ormai obsoleta e non più interessante.

Situazione in Italia[modifica | modifica sorgente]

Secondo la recente ricerca di Yankee Group nel 2014 il mercato globale dei mobile payment varrà $984 miliardi, sei volte il giro di affari ($162 miliardi) raggiunto nel 2010.

La penetrazione degli smartphone ha raggiunto il 35% (Novembre 2010).

Nel 2010 la Banca d'Italia ha emesso un provvedimento per la “Attuazione del Titolo II del Decreto legislativo n. 11 del 27 gennaio 2010 relativo ai servizi di pagamento” che spiega i diritti e gli obblighi, vietando la vendita di biglietti del bus attraverso il credito telefonico. I principali operatori telefonici, nonostante il divieto della normativa europea, vendono direttamente biglietti addebitando su telefono.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia