Mob Rules

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mob Rules
Artista Black Sabbath
Tipo album Studio
Pubblicazione 4 novembre 1981
Durata 40 min : 36 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Heavy metal
Etichetta Vertigo
Warner Bros.
Castle
Sanctuary
Produttore Martin Birch
Registrazione Record Plant Studios, Los Angeles
Certificazioni
Dischi d'oro 1 negli U.S.A.
Dischi di platino 1 in Gran Bretagna
Black Sabbath - cronologia
Album precedente
(1980)
Album successivo
(1982)

Mob Rules è il decimo album in studio della band heavy metal britannica dei Black Sabbath, uscito nel novembre del 1981.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Secondo album inciso con Ronnie James Dio alla voce, Mob Rules è stato pubblicato dopo l'eccellente successo dell'album precedente. Questo album vede per la prima volta alla batteria in una registrazione in studio dei Black Sabbath, Vinny Appice (fratello del famoso Carmine Appice), che aveva sostituito Bill Ward l'anno precedente durante l'ultima parte del tour dell'album Heaven and Hell.
L'album contiene molti pezzi decisamente Hard rock che continuavano l'ottimo lavoro del precedente album, ma con una produzione ben più rocciosa e maligna.
Pare che per realizzare l'album i Black Sabbath avessero preso in affitto la vecchia casa inglese di John Lennon all'epoca adibita a sala prove. Proprio lì fu registrata la prima versione demo del brano Mob Rules[1], versione che assieme ad un primo missaggio dell'intro strumentale E5150 fu inclusa nella colonna sonora del film Heavy Metal.
Live Evil, primo album live ufficiale dei Black Sabbath, è stato registrato durante il tour seguente a Mob Rules. Recentemente è stato ristampato in versione deluxe, con il concerto tenuto all'Hammersmith Odeon (in precedenza pubblicato in edizione limitata a 500 pezzi) come disco bonus.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

La musica dei brani è stata composta da Geezer Butler, Tony Iommi e Ronnie James Dio. I testi sono composti da Geezer Butler e Ronnie James Dio.

  1. Turn Up the Night - 3:43
  2. Voodoo - 4:31
  3. The Sign of the Southern Cross - 7:47
  4. E5150 - 2:51
  5. The Mob Rules - 3:16
  6. Country Girl - 4:02
  7. Slipping Away - 3:45
  8. Falling Off the Edge of the World - 5:03
  9. Over and Over - 5:31

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il titolo della traccia n°4 "E5150" sarebbe una trasposizione in numeri romani della parola "Evil" ("Male" in inglese), dove 5=V 1=I 50=L.
  • Si dice che la copertina del disco, contiene un messaggio nascosto che recita "KILL OZZY" (Uccidi Ozzy), appena leggibile, scritto in scuro, nella parte bassa dell'immagine. È comunque generalmente ritenuta una coincidenza dato che il disegno che costituisce la copertina dell' album è un'opera del 1970, lasciata in licenza d'uso.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Reesman, Bryan (1981). Album notes for Mob Rules by Black Sabbath, pp. 2–9 [CD booklet; 2008 reissue]. Burbank, California: Warner Bros./Rhino (R2 460156 B).
  2. ^ Accreditato come membro esterno.
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal