Mary MacKillop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Maria della Croce
Mary mackillop.jpg
Nascita Fitzroy, 15 gennaio 1842
Morte Sydney, 8 agosto 1909
Venerata da Chiesa cattolica
Canonizzazione Roma, 17 ottobre 2010, da papa Benedetto XVI

Mary MacKillop, in religione Maria della Croce (Fitzroy, 15 gennaio 1842Sydney, 8 agosto 1909), è stata una religiosa australiana, fondatrice della congregazione delle Suore di San Giuseppe del Sacro Cuore di Gesù; è stata proclamata santa da papa Benedetto XVI il 17 ottobre 2010.

È la prima santa di origine australiana.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha creato la prima congregazione religiosa australiana: le Suore di San Giuseppe del Sacro Cuore di Gesù, avente la propria sede ad Adelaide.[1]

Secondo molti giornali fu scomunicata per aver denunciato un caso di pedofilia commesso da un sacerdote.[1][2][3] La notizia ha origine da un commento di padre Paul Gardiner all'interno del documentario della ABC australiana intitolato Mary, miracles and saints,[4] ripreso poi dal quotidiano Sydney Morning Herald. La notizia, diffusa su tutti i principali giornali del mondo, è stata smentita da padre Gardiner sull'Australian,[5][6] ma Mary Casey, postulatrice della causa di canonizzazione, ha confermato l'episodio, chiarendo però che non fu MacKillop a denunciare il prete molestatore, ma delle sue consorelle; fu però su di lei che si riversò la vendetta degli amici del prete allontanato: secondo Mary Casey la scomunica non si deve solo alla denuncia, ma in generale al discredito presso il vescovo procuratole dai amici del sacerdote rimosso, unito al fatto che il vescovo avesse già riserve su Mary MacKillop.[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c www.repubblica.it
  2. ^ Sugli altari la prima santa australiana Nel 1870 denunciò un prete pedofilo - Corriere della Sera
  3. ^ "Nel 1870 denunciò un prete pedofilo" Proclamata la prima santa australiana - LASTAMPA.it
  4. ^ Compass: Mary, Miracles and Saints - ABC TV
  5. ^ Cookies must be enabled. | The Australian
  6. ^ Mary MacKillop: anatomia di una bufala
  7. ^ Andrea Tornielli, «La prima santa australiana e quella scomunica».

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Mary MacKillop in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Controllo di autorità VIAF: 30342941 LCCN: nr89002174