Marco Giunio Bruto (tribuno 83 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Giunio Bruto conosciuto dagli storici moderni come Marco Giunio Bruto il vecchio (... – ...) è stato un politico romano vissuto nel I secolo a.C.

Fu tribuno della plebe nell'83 a.C.[1] e fondò la colonia di Capua.[2]

Fu anche il primo marito di Servilia Cepione, dalla quale ebbe Marco Giunio Bruto, uno degli assassini di Giulio Cesare.

Seguace di Marco Emilio Lepido, partecipò alla rivolta democratica promossa da quest'ultimo nel 77 a.C. e occupò con le sue truppe la Gallia Cisalpina; assediato a Modena da Gneo Pompeo, venne costretto alla resa e quindi ucciso su ordine del condottiero nemico[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cic. pro Quint. 20
  2. ^ de Leg. Agr. ii. 33, 34, 36
  3. ^ Plutarco, Vita di Pompeo, 16.