Marcia su Versailles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Illustrazione della marcia delle donne su Versailles del 5 ottobre 1789

La marcia su Versailles, conosciuta anche come la marcia di ottobre, i giorni di ottobre e la marcia delle donne su Versailles è stato uno dei primi e più significativi eventi della Rivoluzione francese. La marcia fu iniziata dalle donne dei mercati di Parigi che, la mattina del 5 ottobre 1789, protestavano per l'aumento dei prezzi e per la scarsità di pane. La loro contestazione si unì ben presto con le attività dei rivoluzionari che richiedevano riforme politiche liberali e l'instaurazione in Francia di una monarchia costituzionale. Ben presto i protestanti divennero una folla di migliaia di persone che, incoraggiata dagli agitatori rivoluzionari, saccheggiò l'armeria della città e, una volta armata, iniziò a marciare verso il palazzo reale di Versailles. Una volta assediata la reggia, i protestanti riuscirono, in un confronto drammatico e violento, a portare le loro richieste all'attenzione di re Luigi XVI, obbligando lui, la famiglia reale e l'intera Assemblea Nazionale Costituente a tornare a Parigi l'indomani.

Questi eventi posero di fatto fine all'autorità indipendente del re. La marcia simbolizzò un nuovo equilibrio dei poteri, dalle antiche famiglie della nobiltà francese alla gente comune del terzo Stato, rivelandosi un momento fondamentale della insurrezione, dal momento che per la prima volta si ritrovarono riuniti in grande numero i rappresentanti dei vari gruppi che, negli anni successivi, furono il fulcro della Rivoluzione francese.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]