Lucio Del Pezzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lucio Del Pezzo (Napoli, 13 dicembre 1933) è un artista, pittore e scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Uno dei fondatori del Gruppo 58 di Napoli, d'impostazione neosurrealista e neodadaista, ha inoltre collaborato alla rivista Documento Sud.

Le sue opere del periodo 1958-1960 proponevano assemblaggi di vari oggetti, tra cui frammenti di stampe e immagini popolari.

Nel 1960 si trasferì a Parigi, poi a Milano, dove gli sono state dedicate diverse mostre monografiche (nel 1974 la prima).

A partire dal 1962 Del Pezzo ha realizzato un suo tipico repertorio di "quadri" o "sculture", formati da pannelli geometrici monocromi, sui quali sono iserite mensole o scavate concavità, che sostengono oggetti geometrici regolari (birilli, uova di legno, bocce, manichini, etc.) a volte molto colorati. Nelle sue pitture-oggetto e nei suoi assemblages è sempre presente l'aspetto ludico.

Per il tono ironico e per l'utilizzo di oggetti d'uso quotidiano decontestualizzati, tali opere rimandano alla Pop Art; ma si riscontra un evidente recupero di De Chirico, Carrà e Morandi (Motivo, 1967), e delle geometrie della pittura metafisica.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]