Leccio del Corno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leccio del Corno
Regione centro-nord Italia
Caratteri botanici e agronomici
Attitudine olio
Portamento semipendulo
Foglia ellittica ed espansa, verde scuro
Autofertilità no
Caratteristiche dei frutti
Peso medio 2-3 grammi
Forma ovoidale
Simmetria simmetrico
Colore a maturazione verde, spesso con sfumature violacee
Epicarpo verde brillante con numerose lenticelle
Endocarpo medio piccolo,ellissoidale, simmetrico e un po' corrugato
Resistenza
Alla mosca medio alta
All'occhio di pavone alta
Al freddo alta
Alla siccità medio alta

Il Leccio del Corno è un cultivar di olivo proveniente dalla Toscana, diffusa per lo più nel centro-nord Italia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

È stato individuato nel 1929 in località San Casciano in Val di Pesa (FI) presso la fattoria del Corno, da cui il nome. Pianta mediamente vigorosa, con portamento ampio e chioma fitta. Le branche sono assurgenti con rami penduli dagli internodi vicini. Buoni impollinatori sono Piangente, Moraiolo, Maurino, Pendolino, Leccino e Frantoio.

Fiori e Frutti[modifica | modifica wikitesto]

Infiorescenza mediamente lunga e rada, con numero medio di fiori. Fioritura contemporanea a Moraiolo e Frantoio. Aborto dell' ovario: 20%. L'invaiatura assai tardiva e scalare; media resistenza al distacco. Sovente le drupe crescono a grappolini.

Produzione e olio[modifica | modifica wikitesto]

Di produttività media e un poco alternante e con media resa in olio (19%). Questo è verde, mediamente fruttato, lievemente piccante e dal retrogusto amaro; ha buon contenuto in polifenoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]