Le ceneri di Alessandria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le ceneri di Alessandria
Titolo originale The Alexandria Link
Autore Steve Berry
1ª ed. originale 2007
Genere romanzo
Lingua originale inglese
Preceduto da L'ultima cospirazione
Seguito da L'ombra del leone

Le ceneri di Alessandria (The Alexandria Link) è il secondo libro della saga riguardante Cotton Malone, personaggio inventato dallo scrittore Steve Berry.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Una tranquilla libreria antiquaria a Copenaghen è il rifugio scelto da Cotton Malone, un ex agente del dipartimento di Giustizia americano, dopo un'esistenza densa di pericoli e sempre ai limiti della legalità. Ma le ombre del passato tornano a incombere su di lui quando la sua ex moglie irrompe nella libreria e gli annuncia che il loro figlio è stato rapito. E la conferma arriva pochi minuti dopo sotto forma di un'e-mail anonima: Hai qualcosa che voglio: il Rapporto Alexandria. Lo hai nascosto e sei l'unica persona al mondo a sapere dove trovarlo. Hai 72 ore. Se non avrò tue notizie allo scadere delle 72 ore, tuo figlio morirà. Malone non ha idea di chi siano i rapitori, però capisce subito a cosa mirano: ritrovare George Haddad, uno studioso palestinese che, prima di scomparire nel nulla, aveva sostenuto che la Biblioteca di Alessandria non è andata distrutta e che conserva i testi originali in ebraico della Bibbia, una versione molto diversa da quella tramandata nel corso dei millenni. Adesso, mentre una rete d'inganni, omicidi e agguati si stringe intorno a lui, Malone ha un'unica via d'uscita per liberare il figlio e non tradire un amico: seguire una catena d'indizi che lo porteranno da Copenaghen a Londra, dal Portogallo fino al deserto del Sinai, perché la mitica Biblioteca di Alessandria esiste ancora e nasconde un segreto che può cambiare il futuro del Medio Oriente.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura