Kosovorotka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Illustrazione di un uomo con la kosovorotka; Yuli Ganf 1923.
Foto di Adam Ribbon, pattinatore di figura statunitense

La kosovorotka (dal russo: косоворотка) è un tipo di camicia russa maschile, asimmetrica e con abbottonatura laterale.

In lingua italiana è nota col nome di Rubasca[1][2], tuttavia in lingua russa rubaška indica "camicia" in senso generale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La kosovorotka è una camicia tradizionale russa a maniche lunghe, che arriva fino a metà coscia. L'abbottonatura della kosovorotka non segue l'intero orlo della camicia, ma ha diversi bottoni sul colletto, che può essere indossato risvoltato o alzato. L'abbottonatura della camicia non è centrale come nelle tradizionali camicia, ma laterale, anche se l'effettivo posizionamento può cambiare di regione in regione. A differenza delle altre camicia inoltre, la kosovorotka va indossata al di fuori dei pantaloni, e fermata in vita con una cintura, una fascia o persino una corda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Generalmente associata alla tradizione contadina russa, la kosovorotka diventò un diffuso capo di abbigliamento nei primi anni del ventesimo secolo, indossata indifferentemente da diverse classi sociali. La sua popolarità andò scemando dopo la rivoluzione russa del 1917, sostituita da capi di abbigliamento meno elaborati. La kosovorotka è anche conosciuta come tolstovka, o camicia Tolstoj, in quanto indossata da Tolstoj. Attualmente la kosovorotka è principalmente indossata come indumento scenico del folklore russo, o commercializzata come souvenir.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario italiano online Hoepli. URL consultato il 05-04-2012.
  2. ^ Dizionario italiano Sapere.it. URL consultato il 05-04-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]