Juggernaut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Juggernaut (disambigua).
Il veicolo di Juggernaut, da una immagine nel Illustrated London Reading Book del 1851
Celebrazione moderna, 2007

Juggernaut è un termine inglese che indica una forza inarrestabile, reale o metaforica.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine deriva dal sanscrito जगन्नाथ Jagannātha[1] (cioè "Signore dell'Universo"), ed è uno dei molti nomi della divinità Krishna, dalle antiche scritture Veda indiane. Uno dei più famosi templi è il Tempio di Jagannath, a Puri, Orissa, al quale si tiene la Ratha Yatra ("processione di carri"), una processione annuale che trasporta i murti (Statue) di Jagannâtha (Krishna), Subhadra e Balabhadra (fratello maggiore di Krishna). Il carro travolgeva i fedeli che si gettavano sotto le sue ruote come atto di devozione verso l'idolo che vi era trasportato.[2]

Il termine è stato utilizzato collegato all'alcolismo, durante l'epoca vittoriana, per esempio è stato utilizzato per descrivere il personaggio di Hyde, nel romanzo Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson.[3]

Il termine è stato utilizzato anche da Allen Ginsberg nelle sue "Note al piede" per la poesia Urlo, Berkeley 1955.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ dictionary.reference.com
  2. ^ AA VV, Codice Lettura, Petrini editore, 2010.
  3. ^ Jane Lilienfeld "Review of Thomas Reed's The Transforming Draught: Jekyll and Hyde, Robert Louis Stevenson and the Victorian Alcohol debate", Victorian Studies Vol. 50 Issue 1, 2007.