Italiano. Grammatica, sintassi, dubbi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Italiano. Grammatica, sintassi, dubbi è una grammatica italiana scritta da Luca Serianni nel 1997, in collaborazione con Alberto Castelvecchi, edizione minore (ed economica) della precedente Grammatica italiana: italiano comune e lingua letteraria del 1988 dei medesimi autori.

Per la sua impostazione descrittiva e solo moderatamente normativa, la grammatica Serianni è considerata, assieme alla Dardano-Trifone, una delle due migliori grammatiche monovolume non scolastiche degli ultimi decenni; punto di riferimento anche nel mondo accademico e nella saggistica di settore, è stata negli anni oggetto di numero ristampe.

È pubblicata da Garzanti, nella collana editoriale Le Garzantine, con un glossario di Giuseppe Patota.

Piano dell'opera[modifica | modifica wikitesto]

I. Fonologia e grafematica
Varianti libere e combinatorie - Dal suono alla scrittura - I fonemi italiani: vocali, consonanti, semiconsonanti, semivocali, dittongo e iato, il numero dei fonemi italiani - Fonetica sintattica: raddoppiamento fonosintattico, prostesi, elisione, apocope - L'alfabeto: grafemi e fonemi, digrammi e trigrammi, grafemi stranieri - La sillaba - L'accento: prevedibilità dell'accento, accento grafico, accento secondario, sistole e diastole - Uso delle maiuscole - Punteggiatura - Apostrofo.
II. Analisi logica e analisi grammaticale
III. Il nome
IV. L'articolo
V. L'Aggettivo
VI. Numerali
VII. Pronomi e aggettivi pronominali
VIII. La preposizione
IX. Congiunzioni e segnali discorsivi
X. L'interiezione
XI. Il verbo
XII. L'avverbio
XIII. Sintassi della proposizione
XIV. Sintassi del periodo
XV. La formazione delle parole