Invertitore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tradizionale simbolo della porta NOT
Simbolo della porta NOT della International Electrotechnical Commission
Schema elettrico di principio dell'invertitore CMOS

In elettronica digitale, l'invertitore, o porta NOT, è una porta logica che implementa la negazione logica. La sua tabella di verità è la seguente:

INPUT
A
OUTPUT
NOT A
0 1
1 0

Tale dispositivo restituisce dunque il valore negato del livello logico in ingresso.
Si tratta della porta logica fondamentale, e la sua realizzazione tramite transistor ad effetto di campo la rende il costituente base della logica CMOS.

Implementazione elettronica[modifica | modifica sorgente]

L'invertitore può essere realizzato usando un singolo transistor NMOS o PMOS, accompagnati da un resistore. Dal momento, tuttavia, che la corrente attraversa il transistor soltanto in uno dei due stati logici, questa tipologia di realizzazione richiede un'elevata dissipazione di potenza. Per tale motivo è largamente diffuso l'utilizzo di due transistor complementari, a ciascuno dei quali è associato il funzionamento di uno stato logico: quando un transistor è acceso, l'altro è interdetto, e viceversa. Il terminale di source di un transistor è connesso alla tensione di alimentazione, che corrisponde al livello logico alto, il terminale di source dell'altro è connesso a massa, il livello logico basso: se dunque all'ingresso dell'invertitore si presenta un segnale corrispondente al livello logico alto si accenderà il transistor il cui terminale è connesso a massa, restituendo in uscita uno 0 logico, se invece all'ingresso si presenta un segnale corrispondente al livello logico basso è il secondo transistor ad accendersi.

L'invertitore può essere realizzato anche con un transistor a giunzione bipolare, realizzando così la logica resistor-transistor logic o transistor-transistor logic a seconda dell'utilizzo del resistore o di due dispositivi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]