Intercolunnio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Intercolunnio (o intercolumnio, o intercolonnio), (dal latino intercolumnium) è in architettura lo spazio compreso fra due colonne di un colonnato, misurato nella parte inferiore della colonna. Nella architettura romana, rinascimentale e barocca, l'intercolunnio viene misurato in base ad una codifica definita dall'architetto romano Vitruvio nel I secolo a.C., espressa in termini di diametro della colonna alla base.

Standard di intercolunnio[modifica | modifica wikitesto]

Detto D il diametro alla base di una colonna, Vitruvio definisce i seguenti standard:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vitruvio, De architectura, III.3.1 - 3.6

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]