Il guardiano di porci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il guardiano di porci
Titolo originale Svinedrengen
The Swineherd - Anne Anderson.jpg
Illustrazione della fiaba
Autore Hans Christian Andersen
1ª ed. originale 1841
Genere fiaba
Lingua originale danese
La principesa bacia il porcaro.

Il guardiano di porci (Svinedrengen) è una fiaba dello scrittore e poeta Hans Christian Andersen, pubblicata per la prima volta nel 1841. Narra di un principe che si traveste da guardiano di porci per corteggiare una principessa arrogante.

Trama[modifica | modifica sorgente]

C'era una volta un povero principe che aveva un piccolo regno: egli vuole sposare la figlia dell'imperatore e le invia in dono due cose, un usignolo del bosco e una rosa che cresce presso la tomba di un re solo una volt ogni 5 anni; la principessa però respinge sdegnosa gli umili regali, in quanto cose realissime e naturali e non costruite artificialmente.

Il principe allora si traveste ed assume il ruolo di porcaro al palazzo di lei. Una volta giunto sul posto di lavoro crea una casseruola musicale; la principessa corre attraverso il fango fino alla capanna del porcaro, disposta a pagare anche con 10 baci l'insolito strumento. Quando poi il guardiano dei porci crea un sonaglio e questa arriva a pagare con un centinaio di baci per poterlo avere.

L'imperatore, profondamente disgustato del fatto che la figlia debba esser costretta a baciare un porcaro per ottenere gli strumenti musicali da lui creati, finisce con lo scacciarlo di malo modo. Il principe, dopo aver così trovato la giovane principessa indegna del suo puro amore, si lava il viso, indossa il suo abito regale e nella sua nuova veste la rifiuta davanti a tutti, proprio come aveva fatto suo padre con lui.

La principessa viene lasciata tristemente da sola fuori dal portone del palazzo di lui a cantare.

Adattamenti[modifica | modifica sorgente]

Les baisers cent (I cento baci), è un balletto coreografato da Bronislava Nijinska con musica del barone Federico d'Erlanger e un libretto di Boris Kochno. Il balletto ha debuttato al Covent Garden di Londra il 18 luglio 1935 con Irina Baronova come la principessa e David Lichine come il Principe.

Un adattamento operistico è stato realizzato da Nino Rota (1911-1979) chiamato "Il principe porcaro".

Nel 1950 il compositore sovietico Boris Tchaikovsky scrisse una serie di musiche di scena per una produzion radiofonica della fiaba.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura