Iesse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rappresentazione di Iesse.

Iesse (scritto anche Jesse o Yishai;in ebraico: יִשַׁי) è il padre del re Davide. Davide è talvolta semplicemente chiamato figlio di Jesse.

Si parla del personaggio nel primo libro di Samuele.

Due passi biblici parlano dei figli di Iesse:

  • 1 Samuele, 16:10,11: Iesse presentò a Samuele i suoi sette figli e Samuele ripeté a Iesse: "Il Signore non ha scelto nessuno di questi". Samuele chiese a Iesse: "Sono qui tutti i giovani?". Rispose Iesse: "Rimane ancora il più piccolo che ora sta a pascolare il gregge". Samuele ordinò a Iesse: "Manda a prenderlo, perché non ci metteremo a tavola prima che egli sia venuto qui".
  • 1 Cronache, 2:13,15: Iesse generò Eliàb il primogenito, Abinadàb, secondo, Simèa, terzo, Netaneèl, quarto, Raddài, quinto, Ozem, sesto, Davide, settimo.

Ebraismo[modifica | modifica wikitesto]

  • Inizialmente egli pensò erroneamente che Davide fosse figlio illegittimo della moglie. Pensava infatti l'avesse tradito, poiché non giaceva con lei da tre anni. In realtà, quando Iesse pensò di potersi unire con la sua serva una volta riscattata, la moglie entrò nella stanza dove era Iesse (al posto della serva con cui si era accordata) senza che l'uomo se ne accorgesse, e concepì Davide.

Iesse non giace intimamente con la propria moglie Ebrea per tre anni per un suo dubbio Halakhico sul Ghiur dei Moabiti, egli infatti discende dalla moabita Rut: in realtà egli, come Rut, può essere considerato Ebreo.[Passaggio sconnesso]

Cristianesimo[modifica | modifica wikitesto]

Riveste una notevole importanza perché il suo nome compare nella genealogia di Gesù. In particolare si parla del Germoglio di Iesse per indicare la discendenza di questo personaggio, discendenza che arriva fino a Gesù.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]