I Wandered Lonely as a Cloud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Wandered Lonely as a Cloud
Titolo originale I Wandered Lonely as a Cloud
Altri titoli The Daffodils
Autore William Wordsworth
1ª ed. originale 1807
Genere poesia
Lingua originale inglese
Schema ritmico della prima strofa: ABABCC
Un narciso dorato

I Wandered Lonely as a Cloud (conosciuta anche come The Daffodils - I Narcisi) è una poesia di William Wordsworth del 1804. La composizione di questa lirica è stata ispirata da una passeggiata in cui Wordsworth e sua sorella Dorothy si trovano davanti ad un grande campo di narcisi in riva al lago Ullswater nei pressi di Grasmere[1][2].

Fu pubblicato per la prima volta nel 1807 nella raccolta Poems in Two Volumes con una struttura a tre strofe, mentre già la versione rifinita del 1815 comprendeva 4 strofe[1].

Lo schema delle rime è ABABCC.


I wandered lonely as a cloud / Vagavo solitario come una nuvola

That floats on high o'er vales and hills, / Che fluttua in alto sopra valli e colli,

When all at once I saw a crowd, / Quando tutto a un tratto vidi una folla,

A host of golden daffodils; / Una moltitudine di narcisi dorati;

Beside the lake, beneath the trees, / Lungo il lago, sotto gli alberi

Fluttering and dancing in the breeze. / Fluttuando e danzando nella brezza.

Continuous as the stars that shine / Ininterrotti come le stelle che brillano

and twinkle on the Milky Way, / e scintillano nella Via Lattea,

They stretched in never-ending line / Si allungavano in infinite file

along the margin of a bay: / lungo il margine di una baia:

Ten thousand saw I at a glance, / Diecimila ne vidi con uno sguardo

tossing their heads in sprightly dance. / chinanti le loro teste in una vivace danza.

The waves beside them danced; but they / Le onde al loro fianco danzavano, ma essi

Out-did the sparkling waves in glee: / superavano le effervescenti onde in gioia:

A poet could not but be gay, / Un poeta non poteva che essere gaio

in such a jocund company: / in 'sì gioconda compagnia:

I gazed—and gazed—but little thought / Osservai — e ossevai — ma realizzai appena

what wealth the show to me had brought. / quale beneficio lo spettacolo mi avesse recato.

For oft, when on my couch I lie / Più tardi, quando giaccio sul mio divano

In vacant or in pensive mood, / in stato assente o pensieroso

They flash upon that inward eye / Essi balenano a quell'occhio interiore

Which is the bliss of solitude; / Che è la benedizione della solitudine

And then my heart with pleasure fills, / E allora il mio cuore si empie di piacere

And dances with the daffodils. / E danza con i narcisi.


Temi[modifica | modifica sorgente]

Il lago di Ullswater

Il pretesto di questo componimento è una visita al Lake District, da parte di William e della sorella Dorothy, la quale, nel suo diario, annota la visione di una grande quantità di giunchiglie che dondolavano al vento sulla riva del lago Ullswater.

(EN)
« I never saw daffodils so beautiful they grew among the mossy stones about & about them, some rested their heads upon these stones as on a pillow for weariness & the rest tossed & reeled & danced & seemed as if they verily laughed with the wind that blew upon them over the Lake, they looked so gay ever glancing ever changing. »
(IT)
« Non ho mai visto giunchiglie così belle, crescevano tra le pietre muschiose di qua e di là, alcuni appoggiavano le loro teste su quei sassi come se [si appoggiassero] ad un cuscino per la stanchezza, ed il resto si dondolava ed oscillava e danzava e pareva che stessero veramente ridendo con il vento che spirava sul lago, sembravano così allegri, ora ondeggiando, ora cambiando. »
(Dorothy Wordsworth, The Grasmere Journal[3])

Il componimento riprende alcuni motivi chiave del Romanticismo, quale il contatto dell'uomo con la natura, che influenza positivamente il suo umore ("A poet could not but be gay / In such a jocund company", oltre che nei versi 23 e 24[1]), e riprende il concetto dell'autore stesso della poesia che prenda origine dalle emozioni, riesaminate in un secondo momento [4] così come d'altra parte è nato questo componimento, non immediatamente ispirato dalle sensazione della vista nei narcisi, piuttosto nato dal ricordo di questi attraverso il tempo.

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Questo componimento essendo uno dei più famosi della produzione britannica e facendo parte del movimento romantico, fatto di sentimentalismo e lirismo, è stato oggetto di varie parodie più o meno note, e citata a scopi goliardici in The Rocky and Bullwinkle Show, in cui uno dei protagonisti, Bullwinkle J. Moose, declama questa poesia e viene arrestato per aver colto dei narcisi dove era proibito. La poesia viene anche ripresa dai Genesis nell'album The Lamb Lies Down on Broadway, in The Arrival, che fa parte della suite The Colony of Slippermen. Altri estratti vengono citati nel film britannico del 2005 Mrs. Palfrey at the Claremont, di Dan Ireland.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c I Wandered Lonely as a Cloud - A Study Guide. URL consultato il 02-08-2009.
  2. ^ I Wandered Lonely as a Cloud. URL consultato il 05-08-2009.
  3. ^ Dorothy and the daffodils. URL consultato il 05-08-2009.
  4. ^ Nella prefazione del 1802 alle Ballate liriche (una raccolta di poesie e poemetti composti in collaborazione con l'amico Samuel Taylor Coleridge) egli scrive: Poetry is the spontaneous overflow of powerful feelings: it takes its origin from emotion recollected in tranquillity: the emotion is contemplated till by a species of reaction the tranquillity gradually disappears, and an emotion, kindred to that which was before the subject of contemplation, is gradually produced, and does itself actually exist in the mind. Il testo è reperibile in Lyrical Ballads Advertisement and Preface. URL consultato il 05-08-2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura