Harpagofututor volsellorhinus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Arpagofututor
Stato di conservazione: Fossile
Periodo di fossilizzazione: Mississippiano
Harpagofututor volsellorhinus.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Chondrichthyes
Ordine Chondrenchelyiformes
Genere Harpagofututor
Specie Harpagofututor volsellorhinus

L'arpagofututor (Harpagofututor volsellorhinus) è un enigmatico pesce estinto, affine agli olocefali e vissuto nel Carbonifero medio (Mississippiano, circa 340 milioni di anni fa). I suoi resti sono stati ritrovati nel giacimento di Bear Gulch, in Montana.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lungo una ventina di centimetri, questo animale aveva un corpo simile a quello di un’anguilla; la pinna dorsale era bassa e molto lunga, mentre le pinne pettorali erano lobate e a forma di pagaia. Come in molti pesci anguilliformi, il nuoto doveva essere lento e manovrato, e avveniva grazie a ondulazioni delle pinne dorsali e pettorali; la fuga, probabilmente, era prodotta da un veloce movimento dell’intero corpo. L’arpagofututor non possedeva squame di alcun tipo.

Dimorfismo sessuale[modifica | modifica sorgente]

I maschi possedevano un paio di bizzarre strutture, a forma di chela di granchio, che si articolavano con la parte anteriore della scatola cranica; queste strutture erano carnose, muscolose e dotate di denticoli. Probabilmente non erano solo ornamentali, ma rivestivano un qualche tipo di utilità; forse erano usate per trattenere la femmina o come display contro altri maschi. Il più stretto parente di Harpagofututor, la forma scozzese Chondrenchelys problematica, è sprovvista di tali strutture ma i maschi possedevano pinne pettorali ingrandite e irrigidite, forse per analoghi utilizzi come display.

Parentele[modifica | modifica sorgente]

Fossile di Harpagofututor

Harpagofututor e Chondrenchelys costituiscono il piccolo gruppo dei Chondrenchelyida; si ritiene che questi animali anguilliformi fossero strettamente imparentati con i cocliodonti (Cochliodonta) e, più alla lontana, con le attuali chimere (Chimaera monstruosa). In ogni caso i condrenchelidi erano tipici rappresentanti della radiazione evolutiva dei pesci cartilaginei avvenuta nel corso del Carbonifero.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Grogan, E. D. and R. Lund., 1997. "Soft tissue pigments of the Upper Mississippian chondrenchelyid, Harpagofututor volsellorhinus (Chondrichthyes, Holocephali) from the Bear Gulch Limestone, Montana, USA." Journal of Paleontology 71:337- 342.
  • Lund, R. 1982. "Harpagofututor volsellorhinus new genus and species (Chondrichthyes, Chondrenchelyiformes) from the Namurian Bear Gulch Limestone, Chondrenchelys problematica Traquair (Visean) and their sexual dimorphism." J. Paleo. 56: 938-958.