Hanson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Hanson (disambigua).
Hanson
Taylor ed Isaac Hanson
Taylor ed Isaac Hanson
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rock[1]
Indie rock[1]
Pop rock[1]
Pop[1]
Teen pop[1]
Musica d'autore
Periodo di attività 1992 – in attività
Etichetta Universal/Mercury
(1996–1999)
Universal/Island
(1999–2003)
Cooking Vinyl/3CG
(2003–in corso)
Album pubblicati 13
Studio 8
Live 3
Raccolte 2
Sito web

Gli Hanson sono una band statunitense formatasi nel 1992.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio ed il successo commerciale (1995-2000)[modifica | modifica wikitesto]

I componenti della band sono tre fratelli, agli inizi ancora bambini, originari di Tulsa, nell'Oklahoma: Clarke Isaac Hanson (chitarra) detto Ike, Zachary Walker Hanson (batteria) detto Zac e Jordan Taylor Hanson (pianoforte) detto Tay. Inizialmente la band si faceva chiamare Hanson Brothers, ma per sbaglio venivano chiamati "Handsome Brothers" (Handsome significa bello) e quindi optarono per il solo cognome, Hanson.[2][3]

Sono conosciuti principalmente per il successo ottenuto nel 1997 con la hit Mmmbop, contenuta nell'album Middle of Nowhere.[4]

Dallo stesso album di debutto mondiale uscirono inoltre come singoli e video musicali: Where’s The Love, I Will Come To You, Weird e Thinking Of You.[5]

In precedenza, avevano realizzato due album studio autoprodotti, Boomerang e Mmmbop destinati al mercato locale. Nel secondo è presente una versione diversa del brano Mmmbop contenunto in Middle Of Nowhere.

Nello stesso anno di debutto di Middle Of Nowhere, la band pubblica un album di canzoni natalizie, composto sia da cover che da brani propri, intitolato Snowed In[6] e il VHS (in seguito anche DVD) intitolato Hanson: Tulsa, Tokyo, & the Middle Of Nowhere[7], che ripercorre la storia della band, con una versione inedita del video Where's The Love e il backstage sia di questo video che di Mmmbop, interviste, riprese video fatte dalla stessa band, tappe del tour internazionale, ospitate nelle radio, e il successo di Mmmbop.

Il 6 maggio è stato dichiarato Hanson Day in Oklahoma dal governatore Frank Keating. Il 6 maggio è il giorno corrisponde all'uscita dell'album che ha reso celebre la band: Middle Of Nowhere, conosciuto anche con l'abbreviazione MON.[8]

Nel 1998 pubblicano 3 Car Garage: The Indie Recordings '95-'96 che raccoglie una selezione delle canzoni e cover del secondo album autoprodotto dalla band (Mmmbop).[9] Un prodotto casereccio apprezzato e destinato solo alle fans. L'età della band all'epoca si aggirava sugli 11-12 anni. All'epoca la voce principale era quella del chitarrista Isaac e il più piccolo della band Zac non sempre era presente all'interno delle canzoni. In sottofondo si può sentire il rumore del registratore, era infatti così che gli Hanson producevano musica, autoregistrandosi nel garage di casa. L'album contiene la long version della canzone Mmmbop, mai uscita come singolo. Dall'album venne pubblicato il video live della canzone River interpretata durante lAlbertane Tour.[10] Sempre nello stesso anno pubblicano una raccolta live, dellAlbertane Tour del 1998 intitolata appunto Live From Albertane[11] seguita dal vhs The Road To Albertane,[12] contenente le principali tappe dei concerti tenuti dalla band in America e le loro impressioni.

Parteciparono poi all'annuale edizione (la 40ª) dei Grammy Award, vincendo nella categoria Miglior Artista Emergente e Miglior Canzone dell'Anno (Mmmbop).[13]

Nel 2000, dopo un periodo di ombra, esce il loro quarto album studio, il secondo sotto una major, dal titolo This Time Around, trainato dal singolo If Only e successivamente da This Time Around e Save Me.[14] Album dal sound meno pop del precedente e che non riscosse lo stesso successo di vendite: 8 milioni di copie di Middle Of Nowhere contro il solo milione di This Time Around. L'etichetta sotto cui la band si trova all'epoca chiese quindi un nuovo album più vicino ad uno stilo pop commerciale.[15] Lo stesso anno la band pubblica un dvd del tour di This Time Around dal titolo Live At Fillmore, mai uscito in Italia.[16]

Durante il periodo di fama internazionale, la band non ha mai tenuto concerti in Italia, ma ha partecipato al Festivalbar. Nel 1997 in anteprima mostrò Mmmbop[17] e nel 2000 a Napoli If Only.[18]

L'abbandono della major e la nascita della loro etichetta discografica: 3 Car Garage Records (2003)[modifica | modifica wikitesto]

Taylor in concerto a Madrid, 2000

Nel 2003, dopo che l'album proposto dalla band alla propria casa discografica venne bocciato dalla stessa (era in produzione già dal 2001),[19][20] gli Hanson rescindono il contratto e fondano una loro casa discografica, la 3 Car Garage Records. 3 Car Garage, oltre ad essere la raccolta delle loro canzoni autoprodotte da bambini (3 Car Garage: The Indie Recordings '95-'96) è il posto dove gli Hanson producevano musica prima di diventare famosi: il garage della loro abitazione di Tulsa.[21]

Le successive pubblicazioni ed il documentario sulla crisi discografica-musicale (2003-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Prima di tornare con il nuovo album la band sul proprio sito ufficiale nel 2003 pubblica l'EP dal titolo Underneath Acoustic a preannunciare l'uscita nel 2004 negli Usa di Underneath, 2005 per l'Italia.[22]

Dal nuovo album studio due furono i singoli estratti: Penny & Me, che ottenne buoni riscontri e Lost Without Each Other che invece passò inosservata.[23] L'album venne definito dalla stessa band "di transizione", tra il vecchio stile pop e uno più rock. In America Underneath debutta alla numero Uno della Billboard Independent Albums Chart, rimanendo poi in classifica per 11 settimane.[24] In Italia l'album sarà poco apprezzato a livello di vendite, ottenendo però una buona critica.[25]

Nel 2004 per la prima volta la band si esibisce in un vero concerto in Italia. Si esibiscono allo Zoe Club di Milano, il 10 novembre, (data facente parte dell'Underneath Acoustic Tour) ad anticipare l'uscita nel gennaio 2005 dell'album. Dopo il primo tutto esaurito, la band il 3 aprile 2005 si esibisce in una data, facente parte stavolta del Live & Electric Tour, al Rolling Stone di Milano,[26] ad anticipare l'uscita nell'ottobre 2005 dell'album The Best of Hanson: Live & Electric.[27]

Nel 2004 la band pubblica un documentario dal titolo Strong Enough To Break (come la canzone d'apertura di Underneath). Il tema del filmato è la storia della band e le problematiche relative al mercato discografico nonché il duro cammino per riuscire a produrre musica. Questo documentario fu selezionato per l’Hollywood Film Festival e divenne oggetto di studio nelle scuole musicali di NYU e USC. Gli Hanson difatti nel 2005 fecero tappa in diversi college mostrando il documentario, tenendo lezione ed esibendosi nei campus.[28] Il documentario, in un primo momento disponibile per l'acquisto sul sito ufficiale dalla band, fu rilasciato gratuitamente via podcast (suddiviso in 13 episodi) su iTunes.[29]

Nel novembre del 2005 l'ex major della band pubblica una raccolta intitolata Hanson: Mmmbop The Collection e nel 2006 20th Century Masters – The Millennium Collection: The Best of Hanson che comprendono una selezione di brani sia dei loro precedenti album studios sia delle raccolte natalizia, live e dei loro esordi.

L'impegno umanitario e l'era The Walk (2006-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Zac Hanson in un live acustico a Parigi, 2005

Il 1º dicembre 2006 gli Hanson tornano dopo un vero e proprio viaggio spirituale nel Sudafrica, e pubblicano una canzone per la giornata mondiale contro l'AIDS. Tale canzone è stata venduta esclusivamente attraverso internet per riconoscere il World AIDS Day; si intitola Great Divide e contiene la partecipazione di un coro di bambini del Sudafrica.

Il 100% dei proventi derivanti dalla vendita della canzone è stato donato in beneficenza, per la costruzione di un ospedale a Soweto, Sudafrica.[30]

The Walk, il sesto album della band, esce negli USA nel luglio del 2007; in Italia viene pubblicato dalla label indipendente Planet Records il 21 marzo 2008, e il singolo apripista è sempre Great Divide.[31]

Il disco è accompagnato anche da vario materiale video: da Taking The Walk, un nuovo documentario ottenibile via podcast,[32] che testimonia l'esperienza africana del gruppo ma soprattutto il lungo processo dell'album The Walk; in secondo luogo, il DVD di una performance unplugged di alcuni brani scelti dall'album, dal titolo The Walk Live & Acoustic.

Il 5 maggio 2007, la band celebra i primi dieci anni di Middle Of Nowhere: tenendo un concerto in un'atmosfera intima, riproponendo in una chiave insolita quasi tutto il loro disco di debutto; questo live è stato registrato e rilasciato in dvd sotto il nome di Middle Of Nowhere Acoustic. Sia l'album che il dvd di questa serata sono stati pubblicati solo sul sito della band.[33]

Nell'estate 2008 la band concretizza nuovi progetti, tra cui la pubblicazione di nuovo materiale dal vivo e le riprese di una seconda versione del videoclip di Great Divide; e riparte dal settembre dello stesso anno con nuove tappe del suo The Walk Around The World.[34]

Ad ottobre, escono sotto il nome di Taking The Walk sia un libro (che raccoglie testimonianze, stralci, fotografie sull'attività umanitaria del gruppo e sulle cosiddette "camminate" benefiche e di sensibilizzazione, tenute in compagnia dei fans prima di alcuni concerti), sia un EP di brani inediti che vedono sempre la speranza, la solidarietà e la condizione umana come temi centrali delle liriche.[35]

Tra dicembre 2008 e gennaio 2009, gli Hanson rientrano ancora una volta in studio, per lavorare su nuovo materiale creativo in vista di quello che dovrà essere il loro settimo album.

Progetti paralleli: i Tinted Windows (2008-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2008 e il 2009 Taylor fonda una nuova band, i Tinted Windows, insieme al chitarrista James Iha (ex Smashing Pumpkins e A Perfect Circle), al batterista Bun E. Carlos (Cheap Trick) e al bassista Adam Schlesinger (Fountains of Wayne).[36]

L'album dal titolo omonimo al nome del gruppo musicale esce con il singolo Kind Of A Girl.

Gli Hanson a Vancouver, 2008

Stand Up Stand Up e Shout It Out (2009-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio del 2009 la band ha pubblicato negli Stati Uniti d'America l'EP live acustico Stand Up Stand Up. L'ep è stato registrato al Tulsa Little Theatre. Inizialmente disponibile sul sito della band e in seguito su iTunes e altri negozi digitali l'8 dicembre 2009, è uscito nei principali negozi musicali Usa. Contiene 5 canzoni, scritte e prodotte dagli Hanson: These Walls, Carry You There, Use Me Up, Waiting For This, World's On Fire (Full Version).[37]

L'uscita negli Stati Uniti d'America del loro nuovo album studio, Shout It Out, è stata annunciata per l'8 giugno 2010. In Europa l'album non è stato pubblicato, mentre è stato rilasciato nel novembre 2011 su iTunes Italia nelle due versioni Standard e Deluxe.[38] Tra le collaborazioni illustri, figurano nomi come quello di Conor Oberest, Jerry Hey arrangiatore di Michael Jackson, Babbitt e i Yeah Yeah Yeahs.[39][40] L'album contiene dodici tracce: Waiting For This, Thinking Bout Somethin, Kiss Me When You Get Home, Carry You There, Give a Little, Make It Out Alive, And I Waited, Use Me Up, These Walls, Musical Ride, Voice in the Chorus e Me Myself and I.[41]

Il primo singolo estratto dall'album, Thinking 'Bout Somethin, è disponibile digitalmente dal 27 aprile 2010; la song première è stata pubblicata online.[42] Il video musicale è stato girato a Tulsa da Todd Edwards e vede la presenza di un'immensa folla di persone (oltre 300 comparse tra ballerini professionisti e fans della band) che iniziano a ballare in mezzo alla strada.[43] Il video, rilasciato online dalla band, ricrea scenari e lo stile del film The Blues Brothers.[44]

Prima dell'uscita del nuovo album gli Hanson hanno effettuato a primavera 5 concerti a New York, al Blender Theatre (Greamercy), dal 26 al 30 aprile e questo mini tour è stato denominato "5 of 5". Ogni concerto è stato dedicato ad uno degli studio album (in ordine cronologico) della band (esclusi i primi due album indipendenti del 1995 e del 1996) e proposto in una versione acustica ed inedita fino a presentare nell'ultimo della serie, in anteprima, la nuova uscita discografica:

  1. Il 26 aprile è stato "celebrato" l'album Middle Of Nowhere del 1997;
  2. Il 27 aprile l'album This Time Around del 2000;
  3. Il 28 aprile l'album Underneath del 2004;
  4. Il 29 aprile l'album The Walk del 2007;
  5. Il 30 aprile in anteprima il nuovo lavoro della band, Shout It Out del 2010.[39][40]

Il primo maggio gli Hanson hanno partecipato al Bamboozle Festival 2010 nel New Jersey.[40]

La band ha pubblicato su iTunes la cover di Furry Walls, disponibile in Italia dal 28 giugno 2010. La canzone originale ha reso celebre Aldous Snow, personaggio del film In viaggio con una rock star, interpretato da Russell Brand.[45][46]

Nel 2011 la band ha presenziato al MIDEM in Francia (una grande conferenza di musica)[47] e ha annunciato una possibile pubblicazione dell'album Shout It Out in Europa. In questa occasione ha organizzato uno special acoustic show gratuito denominato "Meet Me In The Middle" a Londra per il 1 febbraio 2011 alle ore 20 al 100 Club.[48] La band ha reso possibile la visione gratuita e legale del medesimo show nel loro sito per lo streaming, già utilizzato nello scorso dicembre in occasione delle festività natalizie.[49]

Nel febbraio 2011 il brano Give a Little è stato estratto come secondo singolo dall'album Shout It Out.[50] La band, il 22 dello stesso mese, ha rilasciato online il videoclip della canzone che si è posizionata in pochi giorni alla numero 1 del sito Vh1.com. Questo video, come il precedente, prevede molte comparse nel ballo, selezionate anche tra i fans della band.[51]

Nell'autunno 2011 è iniziato lo Shout It Out World Tour e la band è tornata in Europa tenendo un concerto, data unica italiana, ai Magazzini Generali di Milano, domenica 20 novembre 2011.[52]

Il 18 maggio 2012, hanno pubblicato sul loro sito un EP di inediti, dal titolo No Sleep for Banditos.

Get the Girl Back e Anthem (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 aprile 2013, è uscito il nuovo singolo Get the Girl Back, già in prevendita sull'iTunes Store statunitense[53] e di cui è stato pubblicato il video musicale in anteprima il 4 aprile su MTV[54][55] e poche ore dopo ufficialmente nel loro canale ufficiale di YouTube. Il singolo anticipa l'uscita del loro ottavo album in studio, Anthem.[54] La band, nello stesso comunicato rilasciato in data 1º aprile, ha annunciato le tappe del nuovo tour, Anthem World Tour, che è iniziato il 18 luglio da Buenos Aires.[54]

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nomination[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia degli Hanson.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cameo[modifica | modifica wikitesto]

  • 1994 - Carman - Yo Kidz the Vidz - Storie della Bibbia cantate. Taylor fa la parte di David, Isaac del presentatore e sullo sfondo si vede il piccolissimo Zac e alcuni membri della loro famiglia.[56]
  • 2000 - Noah Knows Best (18 novembre) - Guest star del quinto episodio della prima serie.[57]
  • 2002 - Frank McKlusky, C.I - Interpretano loro stessi, esibendosi dal vivo con Get Up And Go dell'album Underneath, mentre il personaggio principale, McKlusky, cerca di raggiungerli.[58]
  • 2002 - Sabrina, vita da strega - Guest star del nono episodio della sesta stagione intitolato Compleanno da strega (A Birthday Witch).[59]
  • 2011 - Last Friday Night (T.G.I.F.) di Katy Perry - Video musicale in cui interpretano loro stessi suonando nel giardino della villa in cui si tiene una festa. Vengono anche citati e ripresi mentre suonano, stavolta senza pubblico, nei crediti principali a fine video.[60]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

  • 1998 - Albertane Tour
  • 2000 - This Time Around Tour
  • 2003 - Underneath Acoustic Tour
  • 2004 - Underneath Tour
  • 2005 - Live and Electric Tour
  • 2007 - The Walk Tour
  • 2008 - The Walk Around The World Tour
  • 2009 - Use Your Sole Tour
  • 2010 - Shout It Out Tour
  • 2011 - The Musical Ride Tour
  • 2011 - Shout It Out World Tour
  • 2013 - Anthem World Tour

Libri e pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 - Hanson - The Official Book by Jarrod Gollihare, Jill Matthews - Mai uscito in Italia.[61]
  • 1998 - Hanson Ed. Grafiche LO VECCHIO, Collana Sovra Esposizione - (Contiene schede su ogni membro della band, Testi e Traduzioni in italiano dell'album Mmmbop e Middle Of Nowhere, Discografia, Interviste e Segreti), 64 pagine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Stephen Thomas Erlewine, Hanson in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ Agirlsworld.com. URL consultato l'8 marzo 2010.
  3. ^ Hanson.net: Official Site. URL consultato l'8 marzo 2010.
  4. ^ Billboard: Mmmbop Charts. URL consultato il 4 marzo 2010.
  5. ^ Hanson.net - Middle Of Nowhere Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  6. ^ Hanson.net - Snowed In Info. URL consultato il 4 marzo 2010.
  7. ^ Imdb - Hanson: Tulsa, Tokyo Middle & Of Nowhere Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  8. ^ Happy Hanson Day - Video Message, 30 marzo 2010. URL consultato il 30 marzo 2010.
  9. ^ Hanson.net - 3 Car Garage Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  10. ^ Hanson - River Video Musicale. URL consultato il 17 febbraio 2012.
  11. ^ Hanson.net - Live From Albertane Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  12. ^ Imdb - The Road To Albertane Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  13. ^ a b c Rockonthenet: Grammys, 25 febbraio 1998. URL consultato il 4 marzo 2010.
  14. ^ Hanson.net - This Time Around Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  15. ^ Mtv: Hanson Bios, 4 marzo 2010. URL consultato il 4 marzo 2010.
  16. ^ Imdb - Hanson Live At Fillmore. URL consultato il 30 marzo 2010.
  17. ^ Repubblica: Hanson Mmmbop, 2 giugno 1997. URL consultato il 4 marzo 2010.
  18. ^ Repubblica: Hanson If Only, 29 maggio 2000. URL consultato il 4 marzo 2010.
  19. ^ Imdb - Strong Enough To Break Documentary. URL consultato il 30 marzo 2010.
  20. ^ Hanson - Strong Enough To Break Documentary.com. URL consultato il 30 marzo 2010.
  21. ^ Hanson - 3CarGarageRecords.com. URL consultato il 30 marzo 2010.
  22. ^ Hanson.net - Underneath Acoustic Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  23. ^ Hanson.net - Underneath Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  24. ^ Billboard: Hanson Underneath Indipendent Charts Album, 8 maggio 2008. URL consultato il 1º marzo 2010.
  25. ^ Repubblica: Hanson in Concerto per la Prima Volta in Italia, 10 novembre 2004. URL consultato il 4 marzo 2010.
  26. ^ MusicBoom: Hanson Live al Rolling Stone di Milano, 21 marzo 2005. URL consultato il 4 marzo 2010.
  27. ^ Hanson.net - The Best Of Hanson: Live & Electric Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  28. ^ Strong Enough To Break, 19 settembre 2006. URL consultato il 30 marzo 2010.
  29. ^ Hanson.net - Strong Enough To Break Documentary Podcast. URL consultato il 30 marzo 2010.
  30. ^ Oklahomarock: Hanson Great Divide, 22 marzo 2009. URL consultato il 4 marzo 2010.
  31. ^ Hanson.net - The Walk Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  32. ^ Hanson.net - Taking The Walk Podcast. URL consultato il 30 marzo 2010.
  33. ^ Hanson.net Middle Of Nowhere Acoustic. URL consultato il 30 marzo 2010.
  34. ^ Hanson.net Relase Great Divide Video. URL consultato il 30 marzo 2010.
  35. ^ Hanson.net Taking The Walk Libro e Ep. URL consultato il 30 marzo 2010.
  36. ^ TintedWindowsMusic, 2008. URL consultato il 4 marzo 2010.
  37. ^ Hanson.net - Stand Up Stand Up Ep, maggio 2009. URL consultato il 30 marzo 2010.
  38. ^ Rollingstone: Hanson New Relase, 18 febbraio 2010. URL consultato il 4 marzo 2010.
  39. ^ a b Excite Music Italia: Hanson Nuovo album, 8 marzo 2010. URL consultato il 10 marzo 2010.
  40. ^ a b c Hanson Nuovo album, 8 marzo 2010. URL consultato il 10 marzo 2010.
  41. ^ Hanson.net - Shout It Out Info. URL consultato il 30 marzo 2010.
  42. ^ Hanson Thining 'Bout Somethin' Song Premiere. URL consultato il 9 aprile 2010.
  43. ^ Hanson - Team World - Shout It Out Info Relase. URL consultato il 7 aprile 2010.
  44. ^ Hanson - Thinking 'Bout Somethin' Video Premiere. URL consultato il 18 aprile 2010.
  45. ^ Hanson Cover Furry Walls, 28 giugno 2010. URL consultato il 28 giugno 2010.
  46. ^ Hanson Cover Furry Walls 2, 28 giugno 2010. URL consultato il 28 giugno 2010.
  47. ^ Midem.com - The destination for music business connections and knowlwdge, 1º febbraio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011.
  48. ^ Hanson Team World - Concerto a Londra, 1º febbraio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011.
  49. ^ Hanson Live streaming, 1º febbraio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011.
  50. ^ Gli Hanson Annunciano che Il Secondo Singolo sarà 'Give a Little', 4 febbraio 2011. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  51. ^ Vh1.com - Hanson: Relase Online del Video di 'Give a Little', 22 febbraio 2011. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  52. ^ Magazzini Generali.it- Hanson in Concerto 20-nov-2011, 21 novembre 2011. URL consultato il 21 novembre 2011.
  53. ^ Get the Girl Back (Radio Edit) - Single, iTunes. URL consultato il 2 aprile 2013.
  54. ^ a b c Alberto Graziola, Hanson, Get The Girl Back è il nuovo singolo, http://www.soundsblog.it, 2 aprile 2013. URL consultato il 2 aprile 2013.
  55. ^ Hanson › Music Videos, MTV, 4 aprile 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  56. ^ Amazon.com - Carman: Yo Kidz! The Vidz. URL consultato il 5 maggio 2011.
  57. ^ Tv.com - Hanson Guest Star di Noah Knows Best. URL consultato il 17 febbraio 2012.
  58. ^ Rockol.it - Gli Hanson Diventano Attori, 21 maggio 2001. URL consultato il 28 maggio 2010.
  59. ^ Hanson Guest Star di Sabrina, Vita da Strega. URL consultato il 17 febbraio 2012.
  60. ^ Katy Perry's 'Last Friday Night' Invite Thrills Hanson, 14 giugno 2011. URL consultato il 2 luglio 2011.
  61. ^ Jarrod Gollihare, Jill Matthews, Hanson: The Official Book, Billboard Books, 1997, ISBN 0-8230-8323-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica