Guida difensiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La regola dei due secondi indica ad un guidatore difensivo la minima distanza per evitare collisioni in condizioni ideali di guida. Il guidatore della macchina rossa sceglie come indicatore un albero per poter conoscere quale sia il tampone/tempo di sicurezza dei due secondi.

Lo standard per la sicurezza stradale ANSI/ASSE Z15.1 definisce guida difensiva come "guidare in modo da salvare vite, tempo e denaro nonostante le condizioni attorno a te e le azioni degli altri".[1]

La guida difensiva, detta anche guida anticipante, è una forma di allenamento per guidatori di veicoli a motore che va oltre la padronanza delle regole della strada e dei meccanismi di base della guida sicura. Il suo obiettivo è di ridurre gli incidenti stradali anticipando situazioni pericolose, prevenendo situazioni avverse potenzialmente pericolose oppure gli errori degli altri conducenti o pedoni. Lo si può raggiungere attraverso la messa in atto di una serie di regole generali, così come con la pratica di specifiche tecniche di guida.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ American National Standard Safe Practices for Motor Vehicle Operation, American Society of Safety Engineers, Des Plaines (IL), Stati Uniti, 2006.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • National Safety Council, Defensive driving: safety behind the wheel and on the road, Glencoe Pub. Co., 1986

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti