Giuseppe Morpurgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Morpurgo (Ancona, 1887Torino, 7 gennaio 1967) è stato un insegnante e critico letterario italiano, suocero di Primo Levi in quanto padre della moglie Lucia Morpurgo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in Lettere all'Università di Firenze, dopo aver insegnato presso ginnasi in diverse città d'Italia, si stabilisce a Torino dove tra il 1926 e il 1957 è docente di latino e italiano presso il liceo classico Vincenzo Gioberti.

Autore di romanzi e testi specialistici tra cui in particolare manuali scolastici di letteratura italiana, nel 1938 viene allontanato dall'insegnamento a causa delle origini ebraiche, a seguito dell'emanazione delle leggi razziali.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Novelle del Trecento, a cura di G. Morpurgo, Torino, UTET, 1918
  • S. Pellico, Le mie prigioni, a cura di G. Morpurgo, Milano, Mondadori, 1931
  • G. Morpurgo, La leggenda di Enea, Torino, UTET, 1932
  • G. Morpurgo, Antologia Italiana per il Ginnasio Superiore ed il Liceo Scientifico, Milano, Mondadori, 1938
  • G. Morpurgo, Sulle ali dell'Ippogrifo: le belle fiabe dell'Orlando furioso, Torino, Lattes, 1940
  • L. Pirandello, Novelle, a cura di G. Morpurgo, Milano, Mondadori, 1955
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie