Giosafata Hordaševska

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beata Giosafata Hordaševs'ka
Iosafata.jpg

Religiosa e Fondatrice

Nascita 20 novembre 1869, Leopoli
Morte 7 aprile 1919, Červonohrad
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione il 27 giugno 2001 da papa Giovanni Paolo II
Ricorrenza 7 aprile

Giosafata Hordaševs'ka (Leopoli, 20 novembre 1869Červonohrad, 7 aprile 1919) è stata una religiosa ucraina, fondatrice delle Ancelle della Beata Vergine Maria Immacolata.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata da una modesta e numerosa famiglia cattolica del rito bizantino-ucraino, nel 1888 partecipò a un ritiro spirituale sotto la direzione del monaco basiliano Geremia Lomnyc'kyj.

I basiliani avevano intenzione di istituire una congregazione formata da donne del bizantino-ucraino e la Hordaševska fu scelta come prima suora della nascente congregazione delle Ancelle della Beata Vergine Maria Immacolata, sorta a Żużel (ucr. Žužel', oggi Žuželjani) nel 1892: è considerata cofondatrice dell'istituto insieme a Lomnyc'kyj e a Cirillo Selec'kyj.

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

La fase romana della sua causa di canonizzazione iniziò nel 1996: dichiarata venerabile nel 1998, è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II il 27 giugno 2001.

La sua memoria liturgica ricorre il 7 aprile.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 61387454