FIFO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Confronto tra tecnica FIFO e LIFO.

Il termine FIFO è un acronimo inglese di First In First Out (primo ad entrare, primo ad uscire). Esprime in ambito informatico il concetto di una coda, ovvero la modalità di immagazzinamento di oggetti fisici in cui il primo oggetto introdotto è il primo ad uscire. Un esempio di immagine rappresentativa del concetto è quella di un tubo con una estremità da cui entrano gli oggetti e l'altra dalla quale escono. L'ordine di uscita è uguale a quello di entrata. La modalità LIFO è alternativa alla FIFO e si può rappresentare come un pozzo; quindi con ingresso e uscita sempre dalla stessa estremità ed il primo ad uscire è sempre l'ultimo ad essere entrato, in questo modo l'ordine di uscita è invertito rispetto a quello di entrata.

Si può esemplificare con un dispenser di prodotti in un supermercato, in cui gli articoli vengono introdotti dall'alto ed il cliente li preleva dal basso, permettendo la rotazione di tutti i prodotti; o più semplicemente una serie di persone che disposte in fila indiana attendono di essere servite al bancone di una biglietteria.

Si contrappone alla modalità LIFO (Last In-First Out "ultimo arrivato primo uscito") in cui è l'ultimo oggetto inserito ad essere estratto per primo.

Elettronica[modifica | modifica sorgente]

Il concetto è impiegato in memorie utilizzate come buffer per regolare il flusso di dati tra periferiche a differente velocità, ad esempio tra memorie RAM e processore. Un altro impiego è nella regolazione della velocità nei lettori di CD audio.

Informatica[modifica | modifica sorgente]

Il metodo FIFO è frequentemente utilizzato in programmazione, sia a livello di sistema operativo nella gestione dei processi, per compensare flussi di dati, per esempio nei buffer di scrittura, sia a livello di applicazione.

Struttura dati[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coda (informatica).

Comunicazione interprocesso[modifica | modifica sorgente]

Il termine FIFO viene anche usato per descrivere uno di comunicazione interprocesso presente in diversi sistemi operativi, detto anche named pipe.

Contabilità e logistica[modifica | modifica sorgente]

Il metodo FIFO è uno dei possibili metodi per la valorizzazione delle scorte di magazzino.

Consiste nel valorizzare gli scarichi del magazzino a partire dai primi carichi effettuati, ad esempio:

Il giorno 15 di ogni mese si ricevono merci da un fornitore, che vengono poi rivendute. A fine anno vengono valorizzate con il metodo FIFO.

Supponiamo che siano state vendute esattamente metà delle merci. Con il metodo FIFO calcoleremo come vendute (e quindi scaricate) le merci acquistate da gennaio a giugno compreso, perché sono le prime in ordine cronologico. Le rimanenti merci in magazzino corrisponderanno alle quantità acquistate e non vendute da luglio a dicembre.

In fase di valutazione del magazzino risulta importante scegliere il metodo da utilizzare, poiché i risultati possono variare anche di parecchio (se, ad esempio, vi sono state grosse fluttuazioni nei prezzi delle merci considerate nel corso dell'esercizio).

In logistica è in genere logico e razionale utilizzare il metodo FIFO nel flusso logistico, in quanto le prime merci o materie prime arrivate dovranno essere le prime ad essere consumate, per evitarne l'obsolescenza, o addirittura la scadenza (per le merci deperibili); per questo motivo è noto anche con il nome di FEFO (First Ended (o expired), First out).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]