LIFO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Confronto tra tecnica LIFO e FIFO.

Il termine LIFO è l'acronimo inglese di Last In First Out (Ultimo ad entrare, primo ad uscire)e presuppone che vengano scaricati per primi i beni strumentali per ultimi in magazzino. Esprime il concetto relativo al modo di immagazzinare dati in cui l'ultimo valore introdotto è il primo ad uscire. Si rappresenta di solito con una pila di piatti, in cui l'ultimo appoggiato in cima è necessariamente il primo ad essere prelevato, mentre il primo introdotto è raggiunto per ultimo.

Contabilità[modifica | modifica sorgente]

Il metodo LIFO è uno dei diversi possibili impieghi della gestione delle scorte di magazzino. In relazione al tipo di metodo utilizzato per la valorizzazione delle scorte, e ve ne sono molti (LIFO, FIFO, NIFO, medio ponderato progressivo, ecc...), si perviene a risultati di reddito e di valore delle scorte stesse differenti. Con il metodo LIFO infatti, se l'ultima merce acquistata è la prima ad essere venduta, il magazzino tenderà ad essere costituito da merci più remote, ed in una realtà di aumento dei prezzi con il tempo, il reddito sarà più basso: ai ricavi correnti si contrappongono costi recenti, quindi più alti di quelli passati, considerati, ad esempio con il metodo FIFO (First In First Out).

Elettronica[modifica | modifica sorgente]

Nei microprocessori una memoria RAM con logica LIFO costituisce lo stack dove vengono depositati i dati relativi ad accumulatori e puntatori prima dell'esecuzione di salti con ritorno. Esistono due applicazioni del LIFO: -lifo continuo: viene applicato nella contabilità di magazzino e la valutazione viene compiuta dopo ogni movimento in entrata e uscita; valuta gli scarichi ai prezzi più recenti, mentre le rimanenze vengono valorizzati ai prezzi più lontani nel tempo; -lifo a scatti: che trova applicazione nella valutazione fiscale delle rimanenze di magazzino e presuppone il confronto fra rimanenze finali ed esistenze iniziali di un bene in magazzino in relazione a un dato periodo: se si è verificato un incremento in termini di quantità, la parte pari all'esistenza iniziale viene valutata con il valore utilizzato a quella data, mentre la parte eccedente con il costo medio dei carichi nel periodo considerato. Se le riamnenze finali sono in quantità uguale a quella delle esistenze iniziali, la valutazione non cambia in quanto si considerano vendute tutte le parti acquistate nel corso dell'esercizio; analogamente la valutazione rimane quella applicata a inizio esercizio se la quantità in rimanenza è diminuita, in quanto si presuppone che siano state vendute tutte le partite acquistate più una parte di quelle esistenti a inizio esercizio.

Informatica[modifica | modifica sorgente]

A livello di sistema operativo la tecnica LIFO è impiegata per immagazzinare temporaneamente i dati per l'esecuzione di chiamate di sottofunzioni nidificate. Questo avviene utilizzando una particolare struttura dati chiamata pila o stack.

Si utilizza anche per accumulare gli operandi e i risultati di funzioni, come nel caso del linguaggio PostScript.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]