Eritema indurato di Bazin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Eritema indurato di Bazin
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 017.1
ICD-10 (EN) A18.4
Sinonimi
Malattia di Bazin

L'eritema indurato di Bazin (chiamato anche malattia di Bazin) è una pannicolite, cioè una infiammazione del pannicolo adiposo sottocutaneo, tipica di alcune specie animali, che nell'uomo si riteneva potesse essere una forma di reazione cutanea specifica al bacillo della tubercolosi.

Anche se effettivamente l'eritema talvolta si associa alla infezione tubercolare,[1][2] tuttavia viene ormai considerato una pannicolite non associata ad un singolo patogeno definito.[3]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

La malattia prende il nome da Pierre-Antoine-Ernest Bazin che per primo la descrisse nel 1855.[4]

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

L'eritema di Bazin è una patologia di rara osservazione, che si sviluppa prevalentemente nel sesso femminile, generalmente alle gambe e agli arti inferiori. Il numero di segnalazioni di eritema indurato di Bazin è in deciso calo in tutti i paesi più sviluppati, verosimilmente in considerazione della minore incidenza della tubercolosi.

Eziopatogenesi[modifica | modifica sorgente]

L'eziopatogenesi dell'eritema indurato di Bazin è molto controversa.

In particolare gli studiosi non concordano sulla sua relazione con la tubercolosi, in quanto i micobatteri non possono essere isolati e coltivati dalle lesioni cutanee.

Tuttavia alcuni studi effettuati con la reazione a catena della polimerasi (in inglese: Polymerase Chain Reaction, PCR), per la ricerca del DNA del Mycobacterium tuberculosis nelle lesioni hanno mostrato in molti casi la presenza di tale materiale genetico, suggerendo fortemente che il M.tuberculosis sia coinvolto nella patogenesi dell'eritema indurato.[5][6] Attualmente la maggior parte degli autori considerano l'eritema indurato di Bazin una forma di vasculite nodulare a genesi multifattoriale, che riconosce quindi molte cause differenti, e fra esse anche la tubercolosi.[7][8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (ESES) Suárez Castañón C, Pérez Méndez C, Alvarez Cuesta CC, Corrales Canel B, Blanco Costa MI, [Erythema induratum of Bazin associated to Mycobacterium tuberculosis infection] in Arch Argent Pediatr, vol. 110, giugno 2012, pp. e43–6, DOI:10.1590/S0325-00752012000300013, PMID 22760758.
  2. ^ Leow LJ, Pintens S, Pigott PC, Whitfeld MJ, Erythema induratum - a hypersensitivity reaction to Mycobacterium tuberculosis in Aust Fam Physician, vol. 35, luglio 2006, pp. 521–2, PMID 16820827.
  3. ^ Cotran, Ramzi S., Kumar, Vinay, Fausto, Nelson, Robbins, Stanley L. e Abbas, Abul K., Robbins and Cotran pathologic basis of disease, 7ª ed., St. Louis, Mo, Elsevier Saunders, 2005, p. 1265, ISBN 0-7216-0187-1.
  4. ^ P. A. E. Bazin. Leçons théoriques et cliniques sur la scrofule, considérée en ellemême et dans ses rapports avec la syphilis, la dartre et l'arthritis. 2nd edition, Paris, 1861. Page 145 and 501.
  5. ^ Schneider JW, Jordaan HF, Geiger DH, Victor T, Van Helden PD, Rossouw DJ, Erythema induratum of Bazin. A clinicopathological study of 20 cases and detection of Mycobacterium tuberculosis DNA in skin lesions by polymerase chain reaction in Am J Dermatopathol, vol. 17, agosto 1995, pp. 350–6, PMID 8600798.
  6. ^ Chuang YH, Kuo TT, Wang CM, Wang CN, Wong WR, Chan HL, Simultaneous occurrence of papulonecrotic tuberculide and erythema induratum and the identification of Mycobacterium tuberculosis DNA by polymerase chain reaction in Br. J. Dermatol., vol. 137, agosto 1997, pp. 276–81, PMID 9292081.
  7. ^ Mascaró JM, Baselga E, Erythema induratum of bazin in Dermatol Clin, vol. 26, ottobre 2008, pp. 439–45, v, DOI:10.1016/j.det.2008.05.007, PMID 18793975.
  8. ^ (FR) Cribier B, Grosshans E, [Bazin's erythema induratum: obsolete concept and terminology] in Ann Dermatol Venereol, vol. 117, 1990, pp. 937–43, PMID 2128004.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina