Enrico Colli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico Colli
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Sci Club Cortina
Ritirato 1926
 

Enrico Colli (Cortina d'Ampezzo, 11 dicembre 1896Cortina d'Ampezzo, 1982) è stato un fondista italiano.

Era fratello di Vincenzo, a sua volta fondista di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Soprannominato "la locomotiva umana"[1][2], iniziò a gareggiare a livello locale nel 1914, utilizzando sci costruiti artigianalmente[2]. Allo scoppio della Prima guerra mondiale fu richiamato alle armi nell'Esercito austro-ungarico (Cortina d'Ampezzo all'epoca faceva ancora parte dell'Impero austro-ungarico) e fu inquadrato come standschützen nel battaglione Enneberg-Marebbe, IV compagnia; combatté a Son Pòuses, sul Col di Lana e in Valparola[2].

Riprese la carriera agonistica al termine della guerra, partecipando a numerose gare nazionali e internazionali. Nel 1920 vinse il primo dei suoi quattro titoli nazionali[2]; in carriera partecipò a un'edizione dei Giochi olimpici invernali, Chamonix-Mont-Blanc 1924 (12° nella 18 km, 9° nella 50 km).

Nel 1926 Colli si ritirò dalle competizioni[2].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Campionati italiani[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Scheda Sports-reference. URL consultato il 12 ottobre 2011.
  2. ^ a b c d e f Scheda sul sito "I benemeriti di Cortina d'Ampezzo". URL consultato il 12 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]