Dionigi di Corinto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Dionigi di Corinto
Venerato da Chiesa cattolica, copta e ortodossa
Canonizzazione pre canonizzazione
Ricorrenza 8 aprile
Attributi pastorale, mitria

Dionisio, conosciuto anche come Dionigi di Corinto (floruit II secolo; ... – ...), è stato un vescovo e santo greco antico, vescovo di Corinto.

È venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e da quella copta.

Fu nominato vescovo di Corinto, la sua città. Le poche notizie sulla sua vita sono tramandate da Girolamo e soprattutto da Eusebio di Cesarea, il quale ha conservato frammenti interessanti di otto sue lettere, inviate alle Chiese di Atene, di Lacedemone, di Amastri nel Ponto, di Cnosso in Creta. Tali frammenti non contengono notizie su Dionigi, ma forniscono informazioni sulla religiosità di alcune città e regioni, durante il pontificato di Sotere.

Nel Martiriologo Romano Dionigi è commemorato come martire ma anche sulla sua morte, non ci sono informazioni certe.

Martiriologo Romano[modifica | modifica sorgente]

«Commemorazione di san Dionigi, vescovo di Corinto, che, dotato di una mirabile conoscenza della parola di Dio, istruì con la predicazione i fedeli della sua città e con lettere anche i vescovi di altre città e province.»

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 47152780