Contachilometri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il contachilometri (o contamiglia nei Paesi che non usano il SI, in particolare nel Regno Unito e negli Stati Uniti d'America) è un particolare tipo di odometro (uno strumento di misura che indica la distanza percorsa) che è montato su la quasi totalità dei veicoli ed ha la funzione di misurare i chilometri (o le miglia) percorsi; generalmente non se ne hanno uno solo bensì due: parziale e totale. Spesso, nel gergo colloquiale viene confuso con il tachimetro che, diversamente dal contachilometri, misura la velocità anziché la percorrenza. La sua storia può essere fatta risalire all'invenzione dell'odometro, tanto è vero che in diversi idiomi mantiene la stessa denominazione dell'antesignano, ed anche in italiano si usa se non si vuole specificare l'unità di misura (miglia o chilometri).

Tipi di contachilometri[modifica | modifica sorgente]

Contachilometri all'interno di un tachimetro

I contachilometri a seconda delle sue caratteristiche viene suddiviso in:

  • Contachilometri totale: è generalmente utilizzato per quantificare quanto abbia lavorato un mezzo, quindi per regolare le operazioni di manutenzione e per una più corretta valutazione nel caso di vendita del mezzo. Viene azzerato solo all'inizio della vita del veicolo. Agli albori dell'industria automobilistica era usuale una scala a 5 cifre, ma già con gli anni '70, con la maggiore affidabilità dei veicoli è usualmente in una scala a 6 cifre, per evitare che si azzeri, anche se sulle motociclette viene ancora usato un contachilometri da 5 cifre.
  • Contachilometri parziale: può essere azzerato per volontà dell'utilizzatore grazie ad una rotella o un pulsante presente sul quadro strumenti. È utile sia per misurare la distanza da un luogo a un altro sia per effettuare una stima dei consumi del mezzo: azzerandolo al momento dell'effettuazione del pieno di carburante e leggendo la misura fornita in occasione del rabbocco totale successivo. Conoscendo il numero di litri immessi è così facile effettuare il calcolo km/l. La scala più usata è a 3 cifre intere più una cifra decimale rappresentante le centinaia di metri.
Contamiglia totale e parziale all'interno di un tachimetro

Inoltre a seconda della tecnologia costruttiva:

  • Meccanico, il conteggio viene eseguito da un contatore meccanico
  • Elettronico, il conteggio viene eseguito dal computer di bordo e fatto visualizzare sul display quando il blocchetto d'accensione è su on.

Posizione del contachilometri[modifica | modifica sorgente]

Il contachilometri, data la sua compattezza, viene solitamente integrato nel tachimetro, in modo che nell'azione di controllare l'andatura del mezzo si controlli anche la distanza percorsa, eliminando contemporaneamente la necessità di uno strumento separato, ovviamente più costoso e ingombrante. Negli ultimi anni la tecnologia meccanica, costituita da ruote decadiche, è stata sostituita con un display digitale gestito dalla centralina dell'autoveicolo, una memoria permanente conserva il dato del chilometraggio percorso anche togliendo l'alimentazione elettrica alla centralina.

Alterazione[modifica | modifica sorgente]

Il contachilometri totale di tipo meccanico pur non essendo azzerabile può essere manomesso facendo girare la corda di pilotaggio nel verso opposto, questo fa sì che il contachilometri diminuisca il valore totale visualizzato. Questa pratica veniva e viene utilizzata dai rivenditori d'auto per facilitarne la rivendita nell'usato.[1]

In nautica[modifica | modifica sorgente]

Gli strumenti usati per misurare la distanza percorsa da un'imbarcazione sono detti contamiglia, anche se in questo caso non sono ovviamente le miglia terrestri a essere misurate ma le miglia marine.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Contachilometri taroccati

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti