Chess boxing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Incontro di chessboxing

Il chessboxing o scacchipugilato è uno sport combinato, che mescola la boxe e gli scacchi. Combattimenti di chessboxing vengono organizzati dal 2003. Lo sport è stato ideato dall'artista olandese Iepe Rubingh, ispirato dal graphic novel Freddo equatore di Enki Bilal.[1]

Struttura e regole[modifica | modifica sorgente]

I due sfidanti si affrontano sulla distanza di un massimo di undici riprese, in cui vengono alternati un round di scacchi ed uno di pugilato, iniziando con un round di scacchi della durata di quattro minuti, seguito da uno di pugilato della durata di tre minuti. Tra un round e l'altro c'è un minuto di pausa, per consentire ai contendenti di cambiarsi.

La variante di scacchi utilizzata per gli incontri è un gioco rapido con dodici minuti a disposizione di ciascun giocatore per completare la partita. Se un combattente non muove durante il suo turno può essere ammonito dall'arbitro, e da quel momento ha dieci secondi per effettuare una mossa[2].

L'incontro può terminare per knockout, per scacco matto, per decisione del giudice o per esaurimento dei venti minuti a disposizione da parte di uno dei due contendenti.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Lo sport è stato immaginato da Enki Bilal nel suo graphic novel Freddo Equatore (Froid Équateur, del 1992). Iepe Rubingh, ispirato dall'opera di Bilal, codificò nel 2001 lo sport, con una variante rispetto al libro: non un incontro di pugilato seguito da una sfida a scacchi, ma un'alternanza dei due sport.[3] Forme di chessboxing si trovano anche nel film finlandese del 1991 Uuno Turhapuro - herra Helsingin herra dove il protagonista giocava una partita di scacchi alla cieca mentre boxava.

Lo sport è ora disciplinato dalla World Chess Boxing Organisation (WCBO). Il primo campionato del mondo si è tenuto ad Amsterdam nel 2003 ed è stato vinto dallo stesso Iepe Rubingh.[4] Il primo campionato europeo si è invece svolto a Berlino, ed ha visto prevalere in finale il bulgaro Tihomir Dovramadjiev sul tedesco Andreas 'D'Schneider.

Campioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Categoria Atleta Anno Campioni precedenti (anno)
Pesi medi[5] Iepe Rubingh 2003 -
Pesi mediomassimi[5] Leo Kraft 2009 Nikolay Sazhin (2008); Frank Stoldt (2007)

Campioni europei[modifica | modifica sorgente]

Categoria Atleta Anno Campioni precedenti (anno)
Pesi massimi[5] Gianluca Sirci 2009 Tihomir Titschko (2005)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Calhoun, Ada, Chess-Boxing Hits it Big, Time Magazine, 10 luglio 2008. URL consultato il 13 luglio 2008.
  2. ^ What is ChessBoxing?, London ChessBoxing. URL consultato il 18 luglio 2008.
  3. ^ Patrick McGroarty, New sport combines boxing and chess, Associated Press, 17 luglio 2008. URL consultato il 18 luglio 2008.
  4. ^ Simon van Melick, Chess Boxing World Championship, Chessbase, 5 dicembre 2003. URL consultato il 17 luglio 2008.
  5. ^ a b c (DE) Champions, WCBO. URL consultato il 25 maggio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]