Certeju de Sus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Certeju de Sus
comune
Chiesa cattolica di Săcărâmb
Chiesa cattolica di Săcărâmb
Localizzazione
Stato Romania Romania
Regione Wappen Großfürstentum Siebenbürgen.png Transilvania
Distretto Actual Hunedoara county CoA.png Hunedoara
Territorio
Coordinate 46°00′N 22°59′E / 46°N 22.983333°E46; 22.983333 (Certeju de Sus)Coordinate: 46°00′N 22°59′E / 46°N 22.983333°E46; 22.983333 (Certeju de Sus)
Superficie 86,95 km²
Abitanti 3 327 (2007)
Densità 38,26 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 337190
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Romania
Certeju de Sus
Posizione del comune all'interno del distretto
Posizione del comune all'interno del distretto
Sito istituzionale

Certeju de Sus è un comune della Romania di 3.327 abitanti, ubicato nel distretto di Hunedoara, nella regione storica della Transilvania.

Il comune è formato dall'unione di 9 villaggi: Bocșa Mare, Bocșa Mică, Certeju de Sus, Hondol, Măgura-Toplița, Nojag, Săcărâmb, Toplița Mureșului, Vărmaga.

Miniera[modifica | modifica wikitesto]

Si trovano in questo comune le miniere del Certej, dalle quali si estraevano oro e argento già nel XVIII secolo.

Legata a queste miniere è la tragedia del 30 ottobre 1971 che comportò 89 morti e 76 feriti. Il cedimento delle pareti di un invaso che conteneva cianuro (utilizzato per estrarre l'oro) portò alla completa distruzione di diverse abitazioni poste a valle, sorprendendo gli abitanti nel sonno del cuore della notte. Alla distruzione portata dall'impeto dell'ondata di 300.000 metri cubi di fango, si sommò l'elevata tossicità dovuta al cianuro contenuto nell'invaso. Da allora furono modificate le tecniche estrattive. La commissione di inchiesta dell'epoca non individuò i responsabili, né in 40 anni si è mai proceduto a bonificare i terreni sommersi dai fanghi inquinanti[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RO) EXCLUSIV: Certej 1971, tragedia uitată a 89 de vieţi îngropate sub 300 de mii de metri cubi de nămol ATENŢIE ! FOTOGRAFII ŞOCANTE !, 14-10-2010. URL consultato il 17-12-2013.
Romania Portale Romania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romania